Programma delle costruzioni 2016 del Settore dei PF: consolidamento e progettazione

Berna, 12.06.2015 - Il Consiglio federale sottopone al Parlamento, per il Programma delle costruzioni 2016 del Settore dei PF, un credito quadro di 173,4 milioni di franchi. Tale importo è necessario soprattutto per finanziare progetti volti alla conservazione del valore e della funzionalità degli immobili, ma verrà anche destinato a singoli progetti con costi inferiori a dieci milioni di franchi e a lavori di progettazione in vista dei programmi delle costruzioni a venire. Si rinuncia a mettere in cantiere nuovi progetti di grande entità.

Questo credito richiesto al Parlamento dal Consiglio federale si basa sul Piano strategico 2013-2016 del Consiglio dei PF per i due politecnici federali e i quattro istituti di ricerca del Settore dei PF (PSI, WSL, Empa, Eawag). A un confronto pluriennale, la portata del Programma delle costruzioni 2016 risulta essere inferiore alla media. Non è stata avanzata alcuna richiesta per singoli progetti di entità consistente, con costi superiori a dieci milioni di franchi. Poiché ciascun progetto richiede diversi anni per giungere a compimento, nel medio termine il fabbisogno finanziario annuale (crediti d'investimento), risultante dai Programmi delle costruzioni già approvati e da quelli in attesa di approvazione, tende a compensarsi. Un'ulteriore sfida è costituita dalla necessità di approntare in tempo utile, con i mezzi a disposizione, un'infrastruttura in grado di far fronte alla costante crescita del numero di studenti, docenti e ricercatori e alle mutate esigenze degli utenti. Per tutte le istituzioni, l'obiettivo primario della gestione immobiliare nel 2016 sarà costituito da un approvvigionamento energetico più efficiente, economico ed ecologico delle rispettive aree. Il valore di bilancio del portafoglio immobiliare del Settore dei PF resta invariato a quota 4,4 miliardi di franchi.

Credito quadro
Per finanziare progetti con costi inferiori ai dieci milioni di franchi, il Settore dei PF sottopone al Consiglio federale e al Parlamento la richiesta per un credito quadro di 173,4 milioni di franchi. I progetti in questione, di entità compresa fra i tre e i dieci milioni, sono elencati singolarmente nel piano d'investimento immobili 2016-2019, approvato dal Consiglio dei PF a maggio 2015. Si tratta principalmente di risanamenti dovuti a esigenze di sicurezza, volti alla conservazione del valore e della funzionalità degli immobili o all'adempimento di direttive emanate dalle autorità, oppure di cambiamenti nella destinazione d'uso degli immobili stessi. Sono coperti dal credito quadro anche la gestione immobiliare, la fase di sviluppo di progetti edilizi e l'esecuzione di progetti o migliorie non previsti ma aventi carattere di urgenza.


Indirizzo cui rivolgere domande

Alex Biscaro, responsabile Comunicazione
Consiglio dei PF
Tel. 44 632 20 03, alex.biscaro@ethrat.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-57653.html