Il Consiglio federale adotta gli indirizzi politici e gli obiettivi del programma di legislatura 2015-2019

Berna, 08.05.2015 - In occasione della sua seduta dell’8 maggio 2015 il Consiglio federale ha adottato gli indirizzi politici e gli obiettivi del programma di legislatura 2015-2019 che si articola attorno a tre pilastri principali: prosperità, coesione e sicurezza.

Il programma di legislatura rappresenta l'orientamento politico per i prossimi quattro anni. Esso è determinante per la definizione delle priorità nell'Amministrazione e ha lo scopo di garantire la coerenza dell'attività legislativa e amministrativa.

Il Consiglio federale ha iniziato i lavori per il programma di legislatura 2015-2019 già alla fine del 2014. In previsione di un colloquio nel gennaio 2015 i consiglieri federali hanno presentato i loro contributi relativi alle sfide politiche di questo programma. Il programma di legislatura 2015-2019 adempie alla mozione 12.3185 del 15 marzo 2012 del gruppo liberale radicale che incarica il Consiglio federale di adottare un approccio interdipartimentale, anziché settoriale, per l'analisi della situazione del Paese e per la definizione degli obiettivi e dei provvedimenti del prossimo programma di legislatura.

Il Consiglio federale intende affrontare le sfide dei prossimi quattro anni basandosi su tre indirizzi politici suddivisi in 16 obiettivi.

Indirizzo politico 1: la Svizzera assicura durevolmente la sua prosperità.

Obiettivo 1: la Confederazione provvede all'equilibrio delle sue finanze e garantisce prestazioni statali efficaci.

Obiettivo 2: la Svizzera crea le migliori condizioni quadro economiche a livello nazionale sostenendo così la propria competitività.

Obiettivo 3: la Svizzera contribuisce a un solido ordinamento economico mondiale e garantisce all'economia svizzera l'accesso ai mercati internazionali.

Obiettivo 4: la Svizzera rinnova e sviluppa le proprie relazioni politiche ed economiche con l'UE.

Obiettivo 5: la Svizzera mantiene una posizione di spicco nei settori della formazione, della ricerca e dell'innovazione; il potenziale della manodopera indigena è sfruttato al meglio.

Obiettivo 6: la Svizzera si impegna affinché le infrastrutture di trasporto e di comunicazione rispondano ai bisogni, siano affidabili e dispongano di un finanziamento solido.

Obiettivo 7: la Svizzera fa un uso parsimonioso del suolo e delle risorse naturali e garantisce un approvvigionamento energetico a lungo termine.

Indirizzo politico 2: la Svizzera promuove la coesione nazionale e contribuisce a rafforzare la collaborazione internazionale.

Obiettivo 8: la Confederazione rafforza la coesione delle regioni e promuove la comprensione tra le differenti culture e i gruppi linguistici.

Obiettivo 9: la Svizzera promuove la coesione sociale e il rispetto della parità dei sessi.

Obiettivo 10: la Svizzera sviluppa il suo ruolo di Paese ospitante di organizzazioni internazionali e rafforza il proprio impegno a favore della collaborazione internazionale.

Indirizzo politico 3: la Svizzera si adopera per la sicurezza e agisce come partner affidabile nel contesto mondiale.

Obiettivo 11: la Svizzera riforma le proprie opere sociali e ne assicura il finanziamento a lungo termine.

Obiettivo 12: la Svizzera si adopera a favore di un approvvigionamento sanitario di qualità e finanziariamente sopportabile e di un contesto di promozione della salute.

Obiettivo 13: la Svizzera dirige la migrazione e ne utilizza il potenziale economico e sociale.

Obiettivo 14: la Svizzera previene la violenza, la criminalità e il terrorismo e li combatte efficacemente.

Obiettivo 15: la Svizzera è al corrente delle minacce interne ed esterne alla propria sicurezza e dispone degli strumenti necessari per fronteggiarle in modo efficace.

Obiettivo 16: la Svizzera si impegna attivamente a favore della stabilità internazionale.


Sulla base degli indirizzi politici e degli obiettivi adottati, la Cancelleria federale elaborerà entro l'inizio del 2016 il messaggio concernente il programma di legislatura 2015-2019.

 

 


Indirizzo cui rivolgere domande

André Simonazzi, portavoce del Consiglio federale
+41 (0)58 462 37 03; andre.simonazzi@bk.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-57178.html