Assicurazione invalidità - fatti e cifre 2014: Stabili le nuove rendite AI, più integrazione professionale

Berna, 01.05.2015 - Dal 2003 il numero delle rendite concesse annualmente dall'AI si è dimezzato e dal 2012 si è stabilizzato a 14 000 unità. Il numero di rendite correnti dell'AI ha registrato un ulteriore calo (-2 %) rispetto all'anno precedente, passando a 225 700 unità ponderate. In base a un'analisi dei dati non si può constatare alcun travaso sostanziale dall'AI all'aiuto sociale. Nel 2014 sono nuovamente aumentati i provvedimenti d'integrazione professionale attuati dall'assicurazione e la lotta agli abusi assicurativi ha portato alla luce 540 casi.

Nel 2014 sono state concesse 14 200 rendite ponderate (somma delle rendite intere e dell'equivalente in rendite intere delle frazioni di rendita intera, versate in Svizzera e all'estero). Dal 2003 (anno record con 28 200 unità), il numero delle nuove rendite è diminuito di circa il 50 per cento e dal 2012 si è stabilizzato al livello di 14 000 unità l'anno. Nel gennaio 2015 l'AI contava 225 700 rendite correnti ponderate, il che corrisponde a un calo del 2 per cento rispetto all'anno precedente (‑4100 unità) e del 12 per cento rispetto al livello record di 257 500 unità segnato nel gennaio 2006.

Nessun travaso sostanziale dall'AI all'aiuto sociale

Nonostante il dimezzamento del numero di nuove rendite AI nell'arco di dieci anni, non si può constatare alcun travaso sostanziale dal sistema di prestazioni dell'AI a quello dell'aiuto sociale, secondo quanto emerge da un'analisi aggiornata dei dati delle persone che hanno presentato una nuova richiesta di prestazioni all'AI tra il 2004 e il 2011. In questo contesto si è esaminato in che misura esse beneficiavano dell'aiuto sociale prima e dopo la richiesta di prestazioni AI e se alla fine hanno percepito una prestazione dell'AI (rendita o altro) oppure non ne hanno percepita alcuna.

Netto aumento dei provvedimenti d'integrazione professionale

Se da un lato l'AI concede meno rendite, dall'altro dal 2008 attua ogni anno un numero molto più elevato di provvedimenti d'integrazione professionale. Tra il 2002 e il 2014, il rapporto tra i beneficiari di una nuova rendita e quelli di provvedimenti d'integrazione professionale si è più che rovesciato. Questi dati riflettono la fondamentale reimpostazione dell'AI, che da un'assicurazione di rendite si è trasformata in un'assicurazione finalizzata all'integrazione. Le cifre disponibili confermano il successo dei provvedimenti d'integrazione, anche se i dati a disposizione non permettono ancora di valutarne l'efficacia a lungo termine.

Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'AI

Nel 2014, su un totale di 2310 indagini concluse, in 540 casi l'AI ha potuto provare un abuso assicurativo, il che permetterà di evitare il versamento dell'equivalente di 390 rendite intere, per un risparmio complessivo calcolato a circa 144 milioni di franchi.


Indirizzo cui rivolgere domande

tel. 058 462 77 11
Settore Comunicazione UFAS
kommunikation@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-57078.html