Il consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann e il direttore generale dell’ESA rafforzano la promozione delle imprese attive nel settore spaziale

Berna, 27.03.2015 - Il consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann ha ricevuto oggi a Zurigo Jean-Jacques Dordain, direttore generale uscente dell’Agenzia spaziale europea (ESA). Durante l’incontro hanno firmato un memorandum d’intesa per promuovere la business incubation e rafforzare in questo modo la presenza dell’ESA sul territorio svizzero. Hanno inoltre fatto un primo bilancio della co-presidenza a livello ministeriale della Svizzera e del Lussemburgo.

Con la firma del memorandum d'intesa, il consigliere federale Schneider-Ammann e il direttore generale dell'ESA Dordain hanno aggiunto un nuovo capitolo alla lunga e proficua collaborazione della Svizzera all'interno dell'ESA. Promuovere le tecnologie spaziali innovative non significa soltanto investire in future missioni nello spazio, ma anche incentivare una stretta collaborazione tra le scuole universitarie e l'industria contribuendo così al successo della Svizzera in campo economico e scientifico.

Sostenere la cooperazione scientifica e tecnologica anche in progetti internazionali complessi è uno degli obiettivi della co-presidenza svizzera dell'ESA. L'atterraggio di Philae sulla cometa «Churi» avvenuto lo scorso dicembre nell'ambito della missione Rosetta, in cui la Svizzera svolge un ruolo di primo piano, dimostra quanto sia efficace questa collaborazione.

Sotto la co-presidenza svizzera sono stati avviati nel 2012 a Napoli e nel 2014 a Lussemburgo alcuni programmi europei fondamentali per il settore del trasporto spaziale (Ariane-6), della ricerca spaziale (CHEOPS sugli esopianeti) e delle applicazioni spaziali (satelliti meteorologici). In quelle occasioni la Svizzera ha potuto interporre i suoi buoni uffici nell'intermediazione in particolare tra Germania e Francia, suoi vicini diretti e Paesi partner ESA.

Da quest'anno l'ESA conta 22 Paesi membri, compresi l'Ungheria e l'Estonia che attualmente sono nella fase di ratifica. Per il 2015 il budget dell'ESA ammonta a 4,4 miliardi di euro, con un contributo svizzero di 135 milioni di euro. La partecipazione della Svizzera all'ESA offre all'industria spaziale del nostro Paese la possibilità di competere a livello internazionale e di affermarsi grazie alle sue prestazioni di eccellenza.

L'incontro tra il capo del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca e il direttore generale dell'ESA si è svolto nella sede centrale di RUAG Space a Zurigo Seebach. RUAG Space è il maggiore fornitore indipendente in Europa nel settore spaziale e ha sedi in Austria, Svezia e Finlandia. Il consigliere federale Schneider-Ammann ha espresso il suo grande apprezzamento per l'importante lavoro svolto da Jean-Jacques Dordain, che lascerà la sua carica in giugno, nel corso dei dodici anni in cui è stato a capo dell'Agenzia spaziale europea. Sotto la sua direzione l'ESA è diventata un'organizzazione che opera a livello globale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Daniel Neuenschwander
Responsabile Affari spaziali SEFRI
tel.: 058 463 17 93
daniel.neuenschwander@sbfi.admin.ch

Erik Reumann
portavoce DEFR
tel. 079 303 81 53
erik.reumann@gs-wbf.admin.ch


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-56707.html