La Svizzera ospita la Conferenza delle Alte Parti contraenti della quarta Convenzione di Ginevra

Berna, 17.12.2014 - I rappresentanti di 126 Alte Parti contraenti della quarta Convenzione di Ginevra si sono riuniti oggi a Ginevra per adottare mediante consenso una dichiarazione in dieci punti che rammenta il diritto internazionale umanitario applicabile nel Territorio palestinese occupato, compresa Gerusalemme Est. La conferenza è stata ospitata dalla Svizzera nel suo ruolo di depositaria delle Convenzioni di Ginevra.

La dichiarazione in dieci punti adottata oggi mediante consenso dalla Conferenza riafferma i principi fondamentali del diritto internazionale umanitario, che tutte le Alte Parti contraenti della quarta Convenzione di Ginevra per la protezione delle persone civili in tempo di guerra devono rispettare, sottolineandone la validità anche per gli attori non statali. La Dichiarazione ratifica la validità dei documenti finali delle due precedenti conferenze, del 1999 e del 2001, e reitera gli obblighi giuridici legati agli sviluppi nel Territorio palestinese occupato dal 2001.
 
Nella sua dichiarazione di apertura il presidente della Conferenza, ambasciatore Paul Fivat, ha evidenziato che, attraverso la Dichiarazione, gli Stati partecipanti hanno riaffermato che il diritto internazionale umanitario e, in particolare, la quarta Convenzione di Ginevra continuano a essere validi nel Territorio palestinese occupato e devono essere rispettati per il bene dei civili colpiti. Anche rappresentanti del CICR, dell’UNRWA e di vari altri gruppi hanno preso la parola.
 
La Svizzera, nella sua veste di depositaria delle Convenzioni di Ginevra, aveva deciso la settimana scorsa, agendo da facilitatrice, di convocare la conferenza dopo essersi consultata con le Alte Parti contraenti su tale questione dal 28 luglio al 3 dicembre 2014. Il Paese depositario ha indetto le consultazioni a seguito di una raccomandazione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite contenuta nella risoluzione 64/10 del 5 novembre 2009. Mentre una prima tornata di consultazioni, nel 2009 e 2010, non aveva portato ad alcun esito, le consultazioni tenute negli ultimi quattro mesi hanno rivelato l’esistenza di una massa critica transregionale di Alte Parti contraenti favorevoli alla riconvocazione di una Conferenza, come quelle del 1999 e del 2001. Un piccolo numero di Alte Parti contraenti ha espresso la propria contrarietà e non ha partecipato alla Conferenza.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-55724.html