La Confederazione intende offrire un miglior sostegno alle persone che assistono o prestano cure ai propri congiunti

Berna, 05.12.2014 - Alla luce dell’evoluzione demografica, la cura e l’assistenza fornita ai malati dai parenti assumerà in futuro un ruolo sempre più importante. Questa tendenza si spiega in particolare con la constatazione che il sistema sanitario non dispone di personale e di risorse economiche sufficienti a fornire cure professionali complete. Pertanto il Consiglio federale propone diverse misure per sostenere chi assiste i propri familiari ed esamina le possibilità per permettere di conciliare meglio le cure e l’assistenza ai parenti con l’attività professionale. Queste misure devono essere attuate di concerto con i Cantoni, i Comuni e le organizzazioni private.

Il Consiglio federale intende migliorare le condizioni quadro per il lavoro prestato da coloro che assistono o curano i propri familiari malati in modo tale che essi possano impegnarsi a lungo termine senza essere oberati. In tal senso ha approvato il «Piano d’azione per il sostegno e lo sgravio delle persone che assistono i propri congiunti» quale parte integrante delle sue priorità di politica sanitaria «Sanità2020».  

Per questo è necessario, da un lato, migliorare l’informazione e sviluppare offerte di sgravio, come il sostegno da parte di volontari o l’aggiunta di posti letto per soggiorni brevi negli istituti per anziani e nelle case di cura. D’altra parte è importante trovare nuove soluzioni per poter conciliare meglio l’attività lavorativa con le cure e l’assistenza prestate ai parenti malati. Nei prossimi due anni dovranno essere elaborate le basi per migliorare la certezza giuridica in caso di breve assenza dal lavoro. Si dovrà altresì esaminare la possibilità di introdurre nel diritto congedi retribuiti o non retribuiti per assenze di maggiore durata dovute alla necessità di assistere i propri cari. Lo scopo è anche quello di sensibilizzare maggiormente le aziende a questa problematica. 

In Svizzera sono 330 000 le persone in età lavorativa regolarmente impegnate in compiti di cura o di assistenza. Complessivamente le persone di tutte le età che dipendono da un aiuto informale sono 700 000. Il numero degli anziani che necessitano di cure aumenterà fortemente nei prossimi anni. A questi si aggiungono 1000 bambini che ogni anno sono colpiti da gravi malattie. Spesso l’assistenza e la cura dei propri congiunti gravemente malati o in fin di vita costituiscono un pesante fardello per le persone che forniscono queste prestazioni, e possono condurre all’esaurimento o avere altre ripercussioni sulla salute.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica, Comunicazione, +41 58 462 95 05, media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-55520.html