La convenzione sul lascito di Gurlitt è conforme ai principi internazionali in materia di opere d’arte confiscate dai nazisti

Berna, 24.11.2014 - Il Consiglio federale prende atto che la fondazione di diritto privato Kunstmuseum Bern ha dichiarato di accettare l’eredità di Cornelius Gurlitt. Constata con soddisfazione che la convenzione conclusa si basa sui Principi di Washington del 1998 e permette di proseguire il lavoro di accertamento della provenienza delle opere della collezione Gurlitt. Riconosciuti dalla Svizzera e da altri 43 Stati, questi principi sono in effetti determinanti per la gestione degli aspetti legati all’arte confiscata durante il nazionalsocialismo. Secondo la Confederazione è essenziale che le opere sottratte possano essere restituite rapidamente ai legittimi proprietari.

La fondazione Kunstmuseum Bern, un'istituzione di diritto privato indipendente dalla Confederazione, ha stipulato con la Repubblica federale di Germania e lo Stato libero di Baviera una convenzione sul lascito di Cornelius Gurlitt che prevede l'applicazione dei Principi di Washington, ai quali la Svizzera ha aderito nel 1998, insieme ad altri 43 Stati.

Soltanto le opere per le quali può essere escluso, dopo una verifica condotta da una task force istituita in Germania, qualsiasi sospetto che siano state confiscate dai nazisti entreranno in possesso della fondazione Kunstmuseum Bern. La Confederazione auspica che siano individuate rapidamente e in modo trasparente le opere trafugate per giungere a soluzioni giuste ed eque ai sensi dei Principi di Washington.

Il Consiglio federale riconosce la volontà della fondazione Kunstmuseum Bern di impegnarsi, in stretta collaborazione con la Repubblica federale di Germania e lo Stato libero di Baviera, in questo senso e di contribuire affinché la successione avvenga in modo corretto.

 

 

Principi di Washington (1998)

Nel dicembre del 1998 la Svizzera ha adottato, insieme ad altri 43 Stati, i Principi della Conferenza di Washington applicabili alle opere d'arte confiscate dai nazisti (Principi di Washington), dimostrando in questo modo di attribuire grande importanza alla gestione del problema delle opere d'arte sottratte dai nazisti e alla ricerca di soluzioni giuste ed eque. I Principi di Washington sono considerati una «buona pratica» a livello internazionale per la gestione dell'arte confiscata.

Nel 1998, in vista della Conferenza di Washington, 12 musei d'arte svizzeri, tra cui il Kunstmuseum Bern, hanno sottoscritto una dichiarazione comune che regola le modalità di gestione dei beni culturali confiscati durante il regime nazista e la Seconda guerra mondiale.

Link: www.bak.admin.ch/rk

 


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della cultura UFC
Anne Weibel, responsabile della comunicazione
Tel.: +41 58 462 79 85, anne.weibel@bak.admin.ch


Dipartimento federale degli affari esteri DFAE
Palazzo federale ovest, CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53, info@eda.admin.ch


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della cultura
http://www.bak.admin.ch

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-55369.html