Il Consiglio federale e il Consiglio di Stato ginevrino presentano l’IHEID, motore del Polo accademico di studi internazionali

Berna, 02.06.2006 - Comunicato stampa comune del Dipartimento federale dell'interno (Berna) e del Dipartimento dell’istruzione pubblica, Ginevra

All’inizio del 2007 sarà costituita a Ginevra una nuova «Fondazione per gli alti studi internazionali e lo sviluppo», sostenuta congiuntamente dalla Confederazione e dal Cantone di Ginevra. Essa gestirà l'Istituto di alti studi internazionali e dello sviluppo (IHEID), che diventerà operativo il 1° gennaio 2008 e sostituirà le attuali fondazioni HEI e IUED. Nell’ambito del Polo, la nuova Fondazione collaborerà strettamente con l’Università di Ginevra, con gli altri atenei svizzeri e con le organizzazioni internazionali.

Lo scorso 7 febbraio, i partner accademici (HEI, IUED, Università di Ginevra) e i rappresentanti delle autorità hanno firmato un protocollo di attuazione della dichiarazione d’intenti del 7 aprile 2005. Questo accordo è stato ratificato rispettivamente il 3 e il 6 marzo 2006 dai Consigli di fondazione dell’HEI e dell'IUED. Su queste basi è stata elaborata una proposta all’attenzione del Consiglio federale.

Nella sua seduta del 17 maggio 2006, il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale dell’interno, il Dipartimento federale degli affari esteri e il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport di attuare, in base ai piani elaborati, il progetto di creazione del Polo accademico di studi internazionali e di costruzione della Casa della pace a Ginevra. La decisione del Consiglio federale è stata coordinata in stretta collaborazione con le autorità ginevrine.

Alla presidenza del Consiglio di fondazione dell’IHEID è stato nominato Roger de Weck. La vicepresidenza sarà affidata a una personalità esperta in materia di sviluppo. I professori Philippe Burrin e Michel Carton diventeranno rispettivamente direttore e vicedirettore dell’Istituto.

A fine 2006, il Consiglio federale e il Consiglio di Stato ginevrino provvederanno all’adozione degli statuti e alla nomina del primo Consiglio di fondazione dell’IHEID. Una delegazione dei due attuali Consigli di fondazione (HEI e IUED), con la consulenza del professor Francis Waldvogel, proporrà le basi giuridiche della nuova struttura.

Il Consiglio federale ha inoltre previsto le risorse finanziarie che la Confederazione stanzierà per la costruzione della Casa della pace. Questo nuovo edificio, il cui terreno sarà venduto dalle FFS all’IHEID, sorgerà nel quartiere delle organizzazioni internazionali. Esso riunirà gran parte dell’IHEID nonché i tre Centri ginevrini dei Dipartimenti federali degli affari esteri e della difesa (Centro di politica di sicurezza; Centro per il controllo democratico delle forze armate; Centro internazionale di sminamento umanitario).


Indirizzo cui rivolgere domande

Jean-Marc Crevoisier, responsabile della comunicazione, Dipartimento federale dell’interno, tel. 031 / 322 80 16
Gilles Grin, consigliere scientifico, Segreteria di Stato per l’educazione e la ricerca,
tel. 031 / 323 59 85
Eric Baier, segretario aggiunto, Dipartimento dell’istruzione pubblica, tel. 022 / 327 24 02


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-5380.html