L'UFT autorizza l'ampliamento del comprensorio sciistico Andermatt-Sedrun

Berna, 02.06.2014 - L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha autorizzato l'impresa Andermatt-Sedrun Sport SA (ASS) a unire e modernizzare i due comprensori sciistici di Andermatt e Sedrun. Il progetto comprende la costruzione di 15 nuovi impianti di trasporto a fune, otto dei quali sostituiranno funivie esistenti.

La decisione di approvazione dei piani per l'intero progetto e il rilascio delle concessioni per i vari impianti segnano la conclusione della più ampia procedura d'autorizzazione mai svolta dall'UFT nel campo del diritto degli impianti a fune. Per garantire una valutazione esaustiva di ogni aspetto di questo progetto di grande portata sono state adottate soluzioni inedite: d'intesa con le altre autorità interessate, gli impianti accessori come le piste stesse, i dispositivi d'innevamento e i parcheggi sono stati integrati nella procedura federale, nonostante tali aspetti siano disciplinati di norma dal diritto cantonale o comunale.

ASS ha presentato il progetto originario nell'agosto 2011. Nell'aprile 2013 l'impresa ha sottoposto all'UFT una modifica del progetto, nella quale aveva integrato, tra l'altro, i risultati delle negoziazioni con le organizzazioni ambientaliste e con altri oppositori. La modifica considerava anche il piano direttore approvato dalla Confederazione e l'esito della consultazione delle autorità federali e cantonali. Rispetto al progetto originario, ASS rinuncia ai due impianti previsti tra Gurschengrat e il ghiacciaio di S. Anna, modifica altri cinque impianti, elimina 17 piste e prevede adeguamenti per altre otto.

L'UFT è giunto alla conclusione che il progetto rielaborato è in linea con i requisiti legali e che anche l'impatto ambientale è stato tenuto in debito conto. Gli interventi di ampia portata sul paesaggio, in particolare quelli volti a collegare i comprensori di Andermatt e Sedrun, elemento chiave del progetto, saranno compensati da numerose misure, alle quali contribuiranno anche i Cantoni di Uri e dei Grigioni sostenendo la rinaturalizzazione di vaste aree e la creazione di zone protette.

Per realizzare il progetto ASS dovrà adempiere determinate condizioni e approfondire ulteriormente gli studi ambientali nel quadro dei numerosi progetti di dettaglio. L'elaborazione di tali progetti sarà sostenuta da un gruppo di accompagnamento di cui faranno parte, oltre ad ASS, anche le organizzazioni ambientaliste nonché rappresentanti di Confederazione e Cantoni. Nel gruppo sarà rappresentata anche la corporazione Ursern in quanto principale proprietaria fondiaria interessata. La costituzione del gruppo di accompagnamento è stata decisa nell'ambito di una convenzione conclusa tra ASS, Cantone di Uri e Comune di Tujetsch.

Per quanto concerne la costruzione degli impianti a fune, ASS dovrà presentare all'UFT progetti di dettaglio supplementari. I lavori di costruzione potranno iniziare una volta che l'UFT avrà approvato tali progetti e tutti gli altri progetti di dettaglio legati a tali impianti e non appena saranno adempiute le condizioni indicate nella decisione attuale.

Le parti interessate dalla procedura possono presentare ricorso contro la decisione dell'UFT presso il Tribunale amministrativo federale.

Consultazione del rapporto d'impatto sull'ambiente

Secondo l'ordinanza concernente l'esame dell'impatto sull'ambiente (OEIA), i  rapporti sull'esame dell'impatto ambientale e la documentazione relativa devono essere accessibili al pubblico. I documenti riguardanti il progetto Andermatt-Sedrun possono essere consultati presso l'UFT per un periodo di 30 giorni previo appuntamento. Questo diritto di consultazione serve a informare il pubblico interessato in merito all'esecuzione del diritto ambientale. Non dà luogo a nuovi diritti procedurali. Conformemente all'articolo 13 capoverso 3 della legge sugli impianti a fune (LIFT), chi non fa opposizione è dunque escluso dal seguito della procedura.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione +41 58 462 36 43


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-53183.html