La situazione sul mercato del lavoro nel mese di dicembre 2013 / valori medi annuali del 2013

Berna, 10.01.2014 - Disoccupazione nel mese di dicembre 2013. Secondo un sondaggio svolto dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), alla fine di dicembre 2013 erano iscritti 149 437 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 10 364 in più rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è salito dal 3,2% nel mese di novembre 2013 al 3,5% nel mese in rassegna. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il numero di disoccupati è aumentato di 7128 unità (+5,0%).

Disoccupazione giovanile nel mese di dicembre 2013
Il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è aumentato di 654 unità (+3,4%) arrivando al totale di 19 981, ciò che corrisponde a 369 persone in meno (-1,8%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Persone in cerca d’impiego nel mese di dicembre 2013
Complessivamente le persone in cerca d’impiego registrate erano 205 802, 9280 in più rispetto al mese precedente e 8904 (+4,5%) in più rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

Posti vacanti annunciati nel mese di dicembre 2013
Il numero dei posti vacanti annunciati presso gli URC è diminuito di 1823 raggiungendo 9745 unità.

Lavoro ridotto conteggiato nel mese di ottobre 2013
Nel mese di ottobre 2013 sono state colpite dal lavoro ridotto 3928 persone, ovvero 282 in più (+7,7%) rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende colpite è diminuito di 4 unità (-1,1%), portandosi a 375. Il numero delle ore di lavoro perse è aumentato di 21 863 unità (+11,5%), portandosi a 212 449 ore. Nel corrispondente periodo dell’anno precedente (ottobre 2012) erano state registrate 428 316 ore perse, ripartite su 8110 persone in 638 aziende.

Persone che hanno esaurito il loro diritto all’indennità nel mese di ottobre 2013
Secondo i dati provvisori forniti dalle casse di disoccupazione, nel corso del mese di ottobre 2013, 3041 persone hanno esaurito il loro diritto alle prestazioni dell’assicurazione contro la disoccupazione.

Valutazione retrospettiva: disoccupazione e valori medi annuali del 2013
Nonostante la ripresa della crescita economica, nel 2013 il tasso di disoccupazione in Svizzera ha continuato a crescere rispetto all’anno precedente. Dopo un netto aumento del tasso di disoccupazione tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013 (+148 158 unità), da gennaio fino alla fine di giugno il tasso di disoccupazione è sceso nuovamente a 126 498 unità, corrispondenti a un calo di circa 21 660 unità, pari all’incirca allo stesso ordine di grandezza dello stesso periodo dell’anno precedente. Al calo registrato nel primo semestre si contrappone un aumento di circa 23 000 unità nel secondo semestre. Il tasso di disoccupazione, che ha ripreso a crescere costantemente da luglio, è aumentato in modo significativo e repentino soprattutto tra novembre e dicembre, sotto l’influsso di fattori stagionali. Il tasso di disoccupazione in Svizzera alla fine di dicembre 2013 si attesta intorno alle 149 437 unità ed è dunque leggermente più alto rispetto all’inizio dell’anno.

Con un effettivo di 136 524 persone, la media di disoccupati nell’anno in rassegna supera di 10 930 persone quella dell’anno precedente. Ne risulta un tasso medio annuo di disoccupazione pari al 3,2% per il 2013, in lieve crescita (+0,3 punti percentuali) rispetto al valore dell’anno precedente (2,9%).

Tra gennaio e febbraio, il numero delle persone in cerca d’impiego (somma delle persone in cerca d’impiego registrate, disoccupate e non disoccupate) ha passato di poco il segno delle 200 000 unità, ma dalla fine di giugno è sceso di nuovo di quasi 22 000 persone per attestarsi sulle 179 806 unità. In ottobre, e in modo ancora più accentuato in novembre e dicembre, prevalentemente a causa di fattori stagionali il numero delle persone in cerca d’impiego è nuovamente aumentato e si è attestato sulle 205 802 persone, superando il livello di partenza dell’inizio dell’anno. Le persone in cerca d’impiego sarebbero dunque, in media annuale, 190 734, con un aumento di 12 309 persone rispetto all’anno precedente.

Con un valore medio annuo del 3,4%, la disoccupazione giovanile registra aumenti leggermente più alti rispetto ai due anni precedenti (rispettivamente al 3,2%). Tuttavia, in Svizzera tedesca (2,8%, +0,1 punti percentuali rispetto all’anno precedente) risulta leggermente più stabile rispetto alla Svizzera italiana (5,0%, +0,3 punti percentuali).

Con una percentuale di circa il 15% o una media annua di circa 21 000 persone rispetto al totale di tutti i disoccupati, anche la quota di disoccupati di lunga durata resta stabile.

Secondo le stime attuali, il fondo di compensazione dell’assicurazione contro la disoccupazione chiuderà l’esercizio 2013 con introiti dei premi di 6,45 miliardi di franchi (2012: 6,35 mia.), un introito totale di 7,05 miliardi di franchi (2012: 6,94 mia.), una spesa totale di 6,45 miliardi di franchi (2012: 5,78 mia.) e un’eccedenza di introiti di 0,60 miliardi di franchi (2012: 1,16 mia.). I mutui cumulati della Tesoreria federale ammontano a 4,2 miliardi di franchi (2012: 5,0 mia.).

Conferenza stampa
Alle ore 9.30 a Berna si terrà una conferenza stampa nel palazzo della SECO in Effingerstrasse 31 (aula 008).
I relatori saranno poi a disposizione per domande e interviste.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-51600.html