Nucleare iraniano: la Svizzera saluta con favore la vittoria della diplomazia e della sicurezza

Berna, 24.11.2013 - La Svizzera saluta con favore l’annuncio di un piano d’azione comune al termine dei colloqui sul dossier nucleare iraniano, che hanno riunito a Ginevra gli E3/EU+3 e l’Iran dal 20 al 24novembre. Il piano d’azione concordato rappresenta una vittoria della democrazia. In particolare, mostra come l’impegno diplomatico proffuso in modo risoluto contribuisca ad aumentare la sicurezza nel mondo e, segnatamente, in Medio Oriente. La Svizzera sostiene da tempo la soluzione diplomatica e si dichiara pronta ad offrire anche in futuro i suoi buoni uffici, nell’ottica della prosecuzione del processo avviato.

Il piano d’azione comune annunciato il 24 novembre 2013 a Ginevra dall’ Alto rappresentante dell’Unione Europea (UE) per gli affari esteri e la politica di sicurezza e vicepresidente della Commissione europea Catherine Ashton a nome dei ministri degli esteri di Cina, Francia, Germani, Russia, Gran Bretagna, Stati Uniti e Iran, rappresenta un progresso concreto e marca l’inizio di una nuova dinamica, in un dossier bloccato da tempo. Esso costituisce un primo passo essenziale.  

L’accordo concluso a Ginevra conferma la bontà della via diplomatica difesa dalla Svizzera. Tale approccio è stato l’unico che ha consentito di definire una soluzione a lungo termine tale da soddisfare tutte le parti.

La Svizzera è determinata a sostenere concretamente anche le tappe future di questo  processo. In tal senso, ha già segnalato la propria disponibilità  nel continuare a prodigare i suoi buoni uffici e, in particolare, ad ospitare e a facilitare gli incontri futuri.                                  


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: info@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-51094.html