Rapporto del Consiglio federale sugli open government data

Berna, 13.09.2013 - In data odierna il Consiglio federale ha pubblicato un rapporto sui dati liberamente accessibili dell’amministrazione pubblica («open government data», OGD). Esso incarica l’Organo direzione informatica della Confederazione (ODIC) di elaborare entro la metà del 2014 un progetto per una strategia OGD e di pianificare, in collaborazione con l’Archivio federale svizzero e la Cancelleria federale, l’attuazione nazionale degli OGD 2014.

L’amministrazione pubblica produce, trasforma e raccoglie una grande quantità e varietà di dati di alto livello qualitativo, ad esempio a fini statistici, geografici, ambientali o meteorologici. La possibilità di pubblicare e riutilizzare questi dati genera un notevole potenziale di  efficienza e trasparenza nella gestione dell’amministrazione, nonché per la creazione di valore economico e la discussione politica.

Grande potenziale degli open government data

In adempimento al postulato 11.3884 «Il libero accesso ai dati governativi, priorità strategica nell’ambito del governo elettronico», in data odierna il Consiglio federale ha pubblicato un rapporto sugli OGD che presenta i principi strategici, organizzativi, legali e tecnici essenziali concernenti gli OGD e la situazione in Svizzera. Attualmente il potenziale degli OGD presentato nel rapporto non può essere sfruttato appieno in Svizzera a causa di numerosi ostacoli. Infatti, la mancanza di un portale nazionale per i dati delle autorità, l'insufficiente livello di standardizzazione nella preparazione dei dati, l’eterogeneità nelle disposizioni d’impiego e i modelli finanziari in uso frenano l’impiego degli OGD. Il progetto prioritario di e-government «B2.12 Open Government Data» lanciato a seguito del postulato del 2011 sarà gestito dall’Organo direzione informatica della Confederazione (ODIC) con l’obiettivo di abbattere questi ostacoli e realizzare OGD a livello nazionale.

Libero accesso ai dati in Svizzera

La pubblicazione dei dati ai sensi degli OGD entra in linea di conto per i dati in possesso dell’amministrazione e la cui applicazione non è espressamente limitata, in particolare per motivi di protezione dei dati e dell’informazione e di diritti d’autore.

La pubblicazione di dati costituisce già oggi parte dei compiti principali per diversi Uffici federali. Anche i Cantoni, le Città e i Comuni mettono pubblicamente a disposizione dati nell’ambito dei loro compiti amministrativi.

Nel quadro del progetto prioritario di e-government OGD sarà lanciato un portale pilota «OGD@Confederazione» per i dati delle autorità della Confederazione. Pertanto, da metà settembre 2013 l’Archivio federale, l’Ufficio federale di statistica, swisstopo, MeteoSvizzera e la Biblioteca nazionale metteranno a disposizione parte dei loro dati accessibili già oggi.

Strategia OGD per la metà del 2014

Per garantire un’attuazione efficiente degli OGD in Svizzera occorrono un coordinamento degli obiettivi e una pianificazione a livello nazionale. In data odierna il Consiglio federale ha incaricato l’ODIC, in collaborazione con l’Archivio federale svizzero (AFS) e la Cancelleria federale, di elaborare entro la metà del 2014 una strategia OGD nazionale che comprenda anche verifiche, in particolare riguardo ai diritti di utilizzazione, alla protezione dei dati, ai processi di pubblicazione e alla possibilità di compensare le perdite di tasse. Inoltre si preparerà il passaggio dal portale pilota «OGD@Confederazione» a un portale nazionale per i dati delle autorità e verranno portati avanti i lavori di standardizzazione per un modello di metadati e un modello di dati OGD.


Indirizzo cui rivolgere domande

Stephan Röthlisberger, capo della Segreteria Governo elettronico Svizzera/Organo direzione informatica della Confederazione (ODIC)
Tel. 031 324 79 10, stephan.roethlisberger@isb.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-50250.html