Il Consiglio federale approva il programma di gestione delle scorie

Berna, 28.08.2013 - Il Consiglio federale ha approvato il programma di gestione delle scorie della Società cooperativa nazionale per l'immagazzinamento di scorie radioattive (Nagra). Per il prossimo programma di gestione delle scorie, che dovrà essere presentato nel 2016, il Consiglio federale ha disposto una serie di oneri.

La legge e l'ordinanza sull'energia nucleare impongono ai responsabili dello smaltimento di presentare alle autorità competenti un programma di gestione delle scorie e di aggiornarlo ogni cinque anni. Il programma di gestione delle scorie documenta il processo che va dalla pianificazione alla chiusura dei depositi in strati geologici profondi e contiene tra l'altro indicazioni concernenti la provenienza, il genere e la quantità delle scorie radioattive, la loro attribuzione ai depositi stessi e il piano finanziario (cfr. riquadro).

Il primo programma di gestione delle scorie è stato presentato dalla Nagra il 17 ottobre 2008, entro il termine previsto, al Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC). Nel contempo, la Nagra ha presentato il rapporto sull'applicazione delle raccomandazioni contenute nelle perizie e nei pareri concernenti la prova dello smaltimento, che era stato chiesto dal Consiglio federale nella sua decisione del 28 giugno 2006 relativa alla prova dello smaltimento per le scorie altamente radioattive. L'esame della documentazione è stato effettuato dall'Ufficio federale dell'energia (UFE), dall'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) e dalla Commissione per la sicurezza nucleare (CSN).

Le perizie e tutti i documenti e i rapporti rilevanti sono stati depositati pubblicamente da giugno a settembre 2012 (cfr. comunicato stampa del 15 giugno 2012). Sono stati presentati 70 pareri da Cantoni, Comuni, partiti, organizzazioni e singole persone. Dall'indagine conoscitiva è emerso che il programma di gestione delle scorie, in quanto strumento per uno smaltimento sicuro, è visto con favore dalla stragrande maggioranza di coloro che hanno presentato un parere. I punti maggiormente oggetto di riflessioni sono riassunti in una scheda informativa (cfr. allegato 1).

Disposta l'effettuazione di un nuovo programma di ricerca

In base all'esito dell'esame effettuato dalle autorità e dell'analisi dei risultati dell'indagine conoscitiva, il Consiglio federale ha approvato il programma di gestione delle scorie 2008 e preso atto del rapporto sull'applicazione delle raccomandazioni. Inoltre, sulla base delle raccomandazioni formulate dall'UFE, dall'IFSN e dalla CSN, il Consiglio federale ha disposto una serie di oneri per i futuri programmi di gestione delle scorie (cfr. allegato 2). La Nagra dovrà allestire, insieme al programma di gestione delle scorie, anche un programma di ricerca e, contemporaneamente, gli studi sui costi. Tutti e tre i documenti dovranno essere presentati nel 2016.

Scopo del programma di gestione delle scorie
Nel programma di gestione delle scorie, i responsabili dello smaltimento documentano il processo che va dalla pianificazione alla chiusura dei depositi in strati geologici profondi e illustrano le decisioni da prendere, quando devono essere prese, su quali basi si fondano e come queste ultime devono essere elaborate. Il programma di gestione delle scorie non anticipa alcuna delle decisioni che dovranno essere prese nel quadro della procedura di selezione dei siti attualmente in corso ai sensi del Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi o nel quadro delle future procedure di rilascio delle autorizzazioni. Il Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi è una delle basi su cui si fonda il programma di gestione delle scorie, in quanto definisce elementi importanti del piano di realizzazione dei depositi in strati geologici profondi.

Contenuto del programma di gestione delle scorie
Il programma di gestione delle scorie contiene indicazioni sulla provenienza, il genere e la quantità delle scorie radioattive, nonché sul loro condizionamento, la loro caratterizzazione e il loro inserimento nell'inventario. Inoltre, descrive le concezioni per la progettazione e l'organizzazione dei depositi in strati geologici profondi, l'attribuzione delle scorie e il piano per la realizzazione dei depositi. Infine, indica le capacità necessarie per lo stoccaggio intermedio delle scorie radioattive, i costi e il finanziamento dello smaltimento nonché la concezione in materia di informazione della Nagra.

Il prossimo programma di gestione delle scorie sarà presentato nel 2016
Il programma di gestione delle scorie deve essere aggiornato ogni cinque anni. A causa dei ritardi conseguenti alla verifica delle aree geologiche di ubicazione nella tappa 1 della procedura del Piano settoriale, il DATEC, dopo aver consultato il Consiglio federale e informato le commissioni parlamentari dell'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia, ha deciso che la Nagra dovrà presentare il prossimo programma di gestione delle scorie nel 2016 anziché nel 2013, contemporaneamente agli studi sui costi (cfr. comunicato stampa del 24 gennaio 2013).


Indirizzo cui rivolgere domande

Marianne Zünd, portavoce UFE
tel. 031 322 56 75, marianne.zuend@bfe.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ufficio federale dell'energia
http://www.bfe.admin.ch

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-50000.html