Statistica forestale 2012: raccolta del legname in calo in Svizzera

Berna, 18.07.2013 - A causa delle condizioni di mercato molto sfavorevoli nel 2012 nel bosco svizzero è stato tagliato l'8 per cento di legname in meno rispetto all'anno precedente. I prezzi di mercato più bassi nell'assortimento più importante e i costi di raccolta del legname più elevati hanno portato a un peggioramento della situazione economica delle aziende forestali svizzere. È quanto si evince dalla Statistica forestale e dalla Rete pilota di aziende forestali 2012 elaborata dagli Uffici federali dell’ambiente (UFAM) e di statistica (UST).

Nel 2012 sono stati tagliati 4,66 milioni di metri cubi di bosco svizzero, ciò corrisponde a circa 417'000 metri cubi in meno rispetto all'anno precedente. L'utilizzazione del legno è stata quindi inferiore del 10 per cento rispetto alla media dell'ultimo ventennio. Il calo interessa quasi esclusivamente l'assortimento più importante, ossia il legno di conifere in tronchi, nel quale è stato registrato il volume più basso di legno raccolto nell'ultimo trentennio. La quantità di legno raccolta degli assortimenti del legno da energia e del legno da industria è stata solo lievemente inferiore a quella dell'anno precedente. Mentre nei boschi di proprietà pubblica (soprattutto Comuni politici, Comuni patriziali e corporazioni) è stato utilizzato il 4 per cento in meno di legname, nei boschi privati il calo, pari al 16 per cento, è stato molto più netto. In 22 Cantoni è stato tagliato meno legname.

Condizioni di mercato sfavorevoli

La minore utilizzazione di legno di conifere in tronchi corrisponde a una riduzione del taglio di tondame delle segherie svizzere (-10 % rispetto al 2011) e rispecchia le condizioni di mercato sfavorevoli dell'economia forestale e del legno nazionale nel contesto europeo. Il settore delle costruzioni in legno fa segnare un boom: i costruttori possono ricavare profitti dai prodotti semifiniti e finiti che vengono prodotti all'estero con costi significativamente più bassi e possono essere importati a prezzi al ribasso grazie al corso di cambio. Tuttavia per il settore nazionale della lavorazione del legno le condizioni di produzione, vendita ed esportazione permangono difficili e i margini di guadagno e i ricavi restano sotto pressione. Anche i gestori di boschi subiscono la pressione sui prezzi, il ricavo medio per il legno di conifere in tronchi è diminuito dell'8 per cento circa. Anche quest'anno i prezzi del legno in tronchi, caratterizzato da una domanda forte, erano inferiori a quelli riscontrati nei Paesi limitrofi. L'utilizzazione del legno ha anche subito l'influsso negativo delle condizioni meteorologiche sfavorevoli, segnatamente umidità nell'Altipiano e molta neve in altitudine.

Aziende forestali svizzere: copertura insufficiente aumentata

Le aziende forestali svizzere gestiscono circa il 70 per cento della superficie forestale produttiva del Paese. Le vendite ridotte e i prezzi più bassi nell'assortimento più forte (legno di conifere in tronchi) e i costi di raccolta del legno più elevati hanno portato a un peggioramento della situazione economica delle aziende forestali. La copertura insufficiente è aumentata a 58 milioni di franchi svizzeri. Se nell'Altipiano e nel Giura è stato possibile coprire i costi di raccolta del legname, nei boschi di montagna e di protezione la raccolta, e quindi anche la cura, non sarebbero realizzabili senza i contributi pubblici. Complessivamente con la raccolta del legname i proprietari di bosco, a fronte di un ricavo netto medio di 71 franchi svizzeri e a costi di raccolta di 79 franchi, hanno subito una perdita di 8 franchi svizzeri per metro cubo di legno raccolto. Per la gestione dei boschi, in particolare per il bosco di protezione, la cura dei popolamenti giovani e le prestazioni della biodiversità nel bosco, lo Stato ha stanziato contributi pari a 182 franchi per ettaro, lo stesso importo dell'anno precedente. Dopo il computo dei costi d'esercizio per gli allacciamenti forestali, la cura del bosco, le prestazioni a favore delle funzioni ricreative, l'infrastruttura e l'amministrazione i costi scoperti dei proprietari di boschi per la gestione di un ettaro di bosco ammontavano a 77 franchi svizzeri o a 17 franchi per l'utilizzazione di un metro cubo di legno.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sezione Media
Telefono: +41 58 462 90 00
E-mail: mediendienst@bafu.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ufficio federale di statistica
http://www.statistica.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-49703.html