Esercizio di condotta strategica 2013: La Svizzera testa le sue difese contro gli attacchi cibernetici

Berna, 24.05.2013 - Il 23 e 24 maggio il Consiglio federale e gli stati maggiori di crisi dei dipartimenti e della Cancelleria federale hanno testato la gestione di situazioni di crisi nell’ambito di un esercizio di condotta strategica in cui è stato simulato un attacco cibernetico su larga scala e a sfondo politico contro la Svizzera.

Lo scenario alla base dell'esercizio prevedeva attacchi cibernetici contro diversi sistemi dell'Amministrazione federale. È stato simulato, ad esempio, un attacco al sistema informatico dell'Amministrazione federale delle dogane, che rende impossibile registrare al confine le merci in entrata (importazioni). Se una tale situazione si verificasse concretamente, le autorità dovrebbero fare i conti con perdite fiscali dell'ordine di svariati milioni di franchi ogni giorno dato che oggi non è più possibile registrare le merci manualmente. L'Ufficio federale dell'informatica, dal canto suo, ha dovuto gestire il problema della falsificazione dei certificati Internet della Confederazione, dei Cantoni e dei Comuni da parte di hacker anonimi che hanno assunto il controllo dei siti web di dette autorità. In un caso simile, i cittadini non avrebbero più alcuna garanzia che le informazioni sui siti ufficiali siano effettivamente quelle pubblicate dalle autorità e siano dunque affidabili. Non si potrebbero neppure escludere fughe di dati confidenziali.

Obiettivo dell'esercizio di condotta strategica
Per due giorni le autorità federali si sono misurate con questi e con problemi simili. Gli stati maggiori di crisi dei dipartimenti si sono dovuti occupare delle conseguenze sul piano strategico degli attacchi ai sistemi informatici per poi presentare al Consiglio federale, anch'esso coinvolto nell'esercizio, proposte concrete su come gestire dette conseguenze. Trattandosi in molti casi di problemi che riguardano non uno ma più dipartimenti, l'esercizio di condotta strategica ha riservato un ruolo centrale alla cooperazione interdipartimentale.

Valutazione dell'esercizio
A esercizio ultimato, il lavoro svolto dagli stati maggiori di crisi, la cooperazione interdipartimentale e la comunicazione in caso di crisi saranno valutati sia nell'ambito di colloqui con i segretari generali dei dipartimenti, sia sulla base delle relazioni degli osservatori che hanno seguito l'esercizio. Anche le autorità responsabili del progetto forniranno una valutazione. Al Consiglio federale sarà presentato un rapporto consolidato, per approvazione, nell'autunno del 2013.

Gli esercizi di condotta strategica sono preparati e svolti dalla Cancelleria federale ogni quattro anni su mandato del Consiglio federale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ursula Eggenberger, responsabile della Sezione Informazione e comunicazione
031 322 37 63


Pubblicato da

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-48976.html