Regolazione del castoro: l'UFAM respinge la proposta del Canton Vallese

Berna, 17.05.2013 - L’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) respinge la proposta del Canton Vallese di regolare la popolazione di castori nel Canal du Syndicat, situato tra Charrat e Saxon. Si è trattato in particolare di appurare se le gallerie scavate dai castori possano indebolire e destabilizzare la scarpata della sponda della linea delle Ferrovie federali svizzere (FFS). Le FFS escludono un pericolo immediato all’infrastruttura ferroviaria.

La popolazione di castori nel Canton Vallese è stimata complessivamente a 80-100 esemplari. Secondo il diritto venatorio federale, il castoro è una specie selvatica protetta. L'ufficio cantonale responsabile per la caccia, la pesca e la fauna selvatica intende regolare la popolazione presente nel Canal du Syndicat, situato tra Charrat e Saxon. In questa tratta della linea delle FFS le attività di scavo dei castori possono infatti indebolire e destabilizzare la scarpata della sponda e mettere quindi in pericolo l'infrastruttura ferroviaria. Per questo motivo il Canton Vallese ha chiesto all'UFAM l'autorizzazione per abbattervi da uno a due castori l'anno.

Il 15 maggio 2013 l'UFAM ha respinto la proposta di regolazione della popolazione di castori del Canal du Syndicat. Nell'ambito di un sopralluogo condotto il 12 aprile 2013, i rappresentanti dell'UFAM, del Canton Vallese e delle FFS non hanno riscontrato alcuna destabilizzazione del tracciato ferroviario o dei piloni della linea aerea di alimentazione. Per tale motivo, le FFS escludono per il momento qualsiasi pericolo per l'infrastruttura ferroviaria.

Adottare misure preventive

Quale misura preventiva, l'UFAM, d'intesa con le FFS, ritiene particolarmente efficace il cosiddetto consolidamento naturale, ossia promuovere una piantagione di alberi indigeni con radici che consentono di stabilizzare la scarpata di sponda e ridurre il pericolo di dilavamento dell'infrastruttura ferroviaria.

Prevenzione delle future situazioni di minaccia

In collaborazione con il Servizio nazionale di consulenza sul castoro e l'UFAM, le FFS allestiranno per la loro rete ferroviaria un piano di prevenzione dei danni da castoro, in cui sarà previsto anche un accompagnamento scientifico. In tal modo sarà possibile stabilire le eventuali zone di conflitto fra castoro e infrastrutture e adottare per tempo le misure di prevenzione delle future situazioni di minaccia.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sezione Media
Telefono: +41 58 462 90 00
E-mail: mediendienst@bafu.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-48900.html