«Non puoi nasconderle in eterno. Infezioni sessualmente trasmissibili: parlane!»

Berna, 12.10.2012 - Con questo messaggio, la campagna LOVE LIFE dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), di Aiuto Aids Svizzera e della fondazione SALUTE SESSUALE Svizzera entra in una nuova fase. Le persone affette da infezioni sessualmente trasmissbili sono invitate a informarne i loro partner, anche se non è sempre facile.

L'attuale campagna LOVE LIFE, promossa dall'UFSP in collaborazione con Aiuto Aids Svizzera e SALUTE SESSUALE Svizzera, tematizza l'informazione dei partner. Gli slogan «Non puoi nasconderle in eterno...» e «Non importa come. L’importante è dirlo» invitano le persone affette da infezioni sessualmente trasmissbili a informare i loro partner, di modo che possano sottoporsi agli appositi test e se del caso a una terapia. Infatti, un'infezione sessualmente trasmissibile può essere trasmessa e avere conseguenze in parte gravi per la salute anche se è asintomatica.

La campagna si rivolge in generale alla popolazione sessualmente attiva, nonché in particolare alle persone toccate dalle infezioni e agli specialisti, attirando l'attenzione sull'informazione dei partner mediante spot televisivi e manifesti affissi nei trasporti pubblici. Il sito Internet www.check-your-lovelife.ch offre suggerimenti sul modo di affrontare il tema e presenta possibilità alternative sotto forma di SMS, e-mail e lettere allorquando non è possibile un colloquio personale.

25 anni di prevenzione dell'HIV e dell'Aids

25 anni fa, l'UFSP insieme ad Aiuto Aids Svizzero ha avviato la campagna STOP AIDS, presentandola ogni anno con nuovi soggetti. I messaggi sono sempre stati adeguati allo spirito del tempo e al progresso delle conoscenze scientifiche. In tal modo, la campagna si è evoluta, partendo da STOP AIDS (1987–2004), passando da LOVE LIFE STOP AIDS (2005–2010) fino all'attuale LOVE LIFE (dal 2011). Oggi la campagna, originariamente incentrata soltanto sull'HIV e sull'Aids, tematizza anche altre infezioni sessualmente trasmissibili.

La Svizzera è l'unico Paese che dal 1987 informa annualmente la popolazione sull'HIV e l'Aids mediante una campagna, ricordando così anche le regole del sesso sicuro:
1. Penetrazione – sempre con il preservativo.
2. Sperma e sangue mai a contatto con la bocca.
3. Se hai prurito, bruciore o secrezioni, vai dal medico

La campagna non è rivolta unicamente ai giovani e ai giovani adulti, i quali, come risultato per esempio dallo studio Health Behavior in School-Age Children (HBSC), si proteggono abbastanza bene con il preservativo. Sono piuttosto le persone non più così giovani a sottovalutare il rischio di un contagio e dunque a non proteggersi a sufficienza. Queste costituiscono pertanto un gruppo target importante della campagna di quest'anno.


Indirizzo cui rivolgere domande

UFSP, Servizio stampa, tel. 058 462 95 05



Pubblicato da

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-46303.html