Il 25 novembre si voterà unicamente sulla legge sulle epizoozie

Berna, 02.10.2012 - Il quorum di 50 000 firme valide prescritto dalla Costituzione federale non è stato raggiunto per nessuno dei tre referendum contro le Convenzioni di doppia imposizione fiscale Svizzera – Germania, Svizzera – Gran Bretagna e Svizzera – Austria. Il prossimo 25 novembre la popolazione svizzera si esprimerà solo sulla legge sulle epizoozie.

Secondo la Cancelleria federale il referendum contro il decreto federale del 15 giugno 2012 che approva la Convenzione tra la Svizzera e la Germania concernente la collaborazione in ambito di fiscalità e di mercati finanziari e il relativo Protocollo di modifica non ha raggiunto il quorum necessario. Stando ai controlli effettuati dalla CaF, entro la scadenza del termine di referendum, il 27 settembre 2012, i Comitati hanno depositato complessivamente 48 533 firme. Dai doppi conteggi e controlli effettuati dalla Cancelleria federale è emerso che, anche considerando le cifre più favorevoli presentate dai Comitati, il quorum prescritto dalla Costituzione federale non è stato raggiunto dal momento che mancano almeno 1500 firme.

Il referendum contro il decreto federale del 15 giugno 2012 che approva la Convenzione tra la Svizzera e il Regno Unito concernente la collaborazione in ambito fiscale e il relativo Protocollo di modifica non ha raggiunto il quorum necessario dal momento che mancano oltre 2500 firme valide. I Comitati hanno depositato entro i termini previsti complessivamente 47 554 firme.

Il referendum contro il decreto federale del 15 giugno 2012 che approva la Convenzione tra la Svizzera e l'Austria concernente la collaborazione in ambito di fiscalità e di mercati finanziari non ha raggiunto il quorum necessario dal momento che mancano oltre 3000 firme valide. Le firme depositate dai Comitati entro i termini previsti sono state 46 848.

Sebbene una verifica successiva non sia prescritta per legge, quando il numero di firme valide si situa tra 47 500 e 50 500 nella prassi si procede spesso a un controllo supplementare sovradipartimentale. Conformemente a questa prassi, si è proceduto in tal senso per il decreto federale del 15 giugno 2012 che approva la Convenzione tra la Svizzera e la Germania. L'ultimo intervento di un gruppo di controllo sovradipartimentale era stato nel quadro dell'iniziativa popolare federale «Stop alla burocrazia!».

Per il momento, i risultati dei controlli effettuati dalla Cancelleria federale non sono definitivi. Una volta concluse le verifiche del gruppo speciale sovradipartimentale sarà preparata una decisione. In tutti e tre i casi, ai Comitati di referendum sarà sottoposta una bozza di questo documento corredata dalle motivazioni dei risultati presentati. Sarà inoltre fissato un termine minimo di una settimana in cui ai Comitati sarà accordato il diritto di essere sentiti. In seguito le decisioni di non riuscita dei referendum saranno comunicate ai Comitati e pubblicate sul Foglio federale con un termine di ricorso di 30 giorni. Le decisioni sono impugnabili dinnanzi al Tribunale federale. La non riuscita diventerà definitiva una volta decorso infruttuosamente il termine di ricorso oppure non appena il Tribunale federale confermerà le decisioni della Cancelleria federale.  

Il termine per la raccolta delle firme per il referendum contro la legge federale
sull'imposizione alla fonte in ambito internazionale è scaduto inutilizzato.

Visto l'esito dei referendum, il 25 novembre 2012 si voterà pertanto solo sul progetto concernente la modifica della legge sulle epizoozie.

Al momento della stampa delle «Spiegazioni di voto» non era ancora noto l'esito dei referendum contro i diversi oggetti riguardanti l'imposizione alla fonte. Per questo motivo vi figurano anche oggetti non sottoposti al voto. Nell'opuscolo è però indicato chiaramente che si vota unicamente sugli oggetti per i quali è riuscito il referendum e che figurano sulla scheda di voto.

Come indicato nelle spiegazioni di voto, è determinante la scheda di voto sulla quale figura l'unico oggetto posto in votazione, ovvero la modifica della legge sulle epizoozie.

Al fine di evitare qualsiasi malinteso, il materiale di voto recapitato ai cittadini conterrà una nota informativa supplementare con le informazioni riguardanti questa situazione particolare.

 

Cancelleria federale


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione
Bundeshaus West
CH-3003 Bern
+41 58 462 37 91


Pubblicato da

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-46192.html