Il Consiglio federale avvia i lavori di attuazione delle rivedute Raccomandazioni GAFI

Berna, 18.04.2012 - Nella sua seduta odierna il Consiglio federale ha preso atto delle rivedute Raccomandazioni internazionali concernenti la lotta contro la criminalità finanziaria. Al contempo il Consiglio federale ha istituito un gruppo di lavoro interdipartimentale diretto dal Dipartimento federale delle finanze. Questo gruppo deve presentare proposte di attuazione delle rivedute Raccomandazioni del Gruppo d’azione finanziaria GAFI (Financial Action Task Force, FATF) ed elaborare, entro il primo trimestre del 2013, un progetto da porre in consultazione.

Il 16 febbraio 2012 il GAFI ha licenziato una revisione parziale degli standard per la lotta contro il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e ora, quale nuovo aspetto, per la lotta contro il finanziamento di armi di distruzione di massa. La Svizzera, che fa parte del GAFI sin dalla sua fondazione nel 1989, ha partecipato attivamente ai lavori di revisione.

Le novità principali sono:

  • la qualificazione di gravi reati fiscali come reati a monte del riciclaggio di denaro,
  • la precisazione delle disposizioni concernenti l’avente diritto economico (in particolare persone giuridiche con azioni al portatore) e i trust,
  • l’inclusione delle persone politicamente esposte svizzere (PEP) nelle vigenti raccomandazioni,
  • un nuovo standard sull’applicazione di sanzioni finanziarie mirate nel quadro delle risoluzioni dell’ONU contro la proliferazione delle armi di distruzione di massa nonché
  • il disciplinamento dell’approccio basato sul rischio quale strumento efficace per lottare contro la criminalità finanziaria.

I riveduti standard richiedono anche in Svizzera l’adeguamento in determinati settori del dispositivo esistente. Il Consiglio federale ha pertanto istituito un gruppo di lavoro interdipartimentale – diretto dal Dipartimento federale delle finanze (DFF) – che dovrà elaborare, entro inizio 2013, un progetto da porre in consultazione.

 Il FATF (Financial Action Task Force) o GAFI (Gruppo d’azione finanziaria contro il riciclaggio dei capitali) è il principale organo internazionale per la collaborazione contro il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e ora, quale nuovo aspetto, anche contro il finanziamento delle armi di distruzione di massa. Il compito centrale di questa task force, istituita nel 1989 a Parigi, consiste nell’individuazione di metodi del riciclaggio di denaro, del finanziamento del terrorismo e, ora anche, del finanziamento delle armi di distruzione di massa, nell’elaborazione di raccomandazioni per attuare contromisure efficaci come pure nell’uniformazione della politica contro il riciclaggio di denaro a livello internazionale attraverso requisiti minimi.

  


Indirizzo cui rivolgere domande

Mario Tuor, Comunicazione della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali,
+41 31 322 46 16, mario.tuor@sif.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-44173.html