Il Gripen è la soluzione ottimale per l'Esercito svizzero

Berna, 14.02.2012 - Il Gripen soddisfa i requisiti, risulta idoneo per la truppa ed è sostenibile finanziariamente anche a lungo termine: l'aviogetto da combattimento svedese rappresenta per tanto la soluzione ottimale per l'Esercito svizzero. Questo è il risultato a cui si è giunti dopo un'ampia valutazione pluriennale.

Il 30 novembre 2011, il Consiglio federale ha deciso l'acquisto di 22 aviogetti da combattimento del modello Saab Gripen E/F in sostituzione della flotta obsoleta di F-5 Tiger. Quale base decisionale, il Consiglio federale aveva a disposizione un documento interlocutorio così come un compendio delle note e dei costi. Questa base decisionale è il risultato di un'ampia valutazione pluriennale dei tre candidati (Rafale del produttore francese Dassault, Eurofighter del consorzio europeo EADS/Cassidian e Gripen dell'azienda svedese Saab). La valutazione ha mostrato che tutti e tre i modelli soddisfano i requisiti e avrebbero quindi potuto essere scelti come nuovi aviogetti da combattimento per la Svizzera.

La valutazione
Lo scopo della valutazione è un'analisi approfondita dei costi e dei benefici dei tre candidati (Eurofighter, Gripen e Rafale). Un team di progetto integrato sotto la direzione di armasuisse ha pianificato, eseguito e analizzato la valutazione. Nel 2008 e nel 2009 è inoltre stata eseguita  anche l'analisi dell'efficacia operativa del velivolo, in base ai risultati delle prove in volo e a terra così come dell'analisi delle differenze fra la versione testata e la versione offerta, la quale corrisponde allo stadio di sviluppo al momento della consegna. Durante l'intero processo di valutazione e di decisione è stata utilizzata la medesima scala di valutazione e le medesime note. Nell'ottobre 2011 sono arrivate le offerte aggiornate con i prezzi vincolanti per il Programma d'armamento 2012, le quali rappresentavano la base per i costi d'acquisto.

L'acquisto: un pacchetto completo
L'acquisto non comprende unicamente i 22 velivoli e l'equipaggiamento di missione, ma un pacchetto completo comprendente l'armamento, il pacchetto logistico, i sistemi d'istruzione per i piloti nonché l'integrazione dei velivoli nei sistemi di condotta e ulteriori elementi. Oltre ai costi d'acquisto è disponibile anche la stima dei costi d'esercizio dei prossimi 30 anni.

Poiché tutti e tre i candidati soddisfano i requisiti, risultano idonei per la truppa e in linea di principio possono essere presi in considerazione nell'ambito della sostituzione parziale della flotta di Tiger F-5, gli aspetti finanziari del pacchetto completo assumono un'importanza decisiva. Il DDPS deve fare tutto il possibile affinché l'acquisto dei nuovi aviogetti da combattimento sia finanziariamente sostenibile anche a medio e lungo termine, per consentire l'impiego della maggior quantità possibile di risorse anche per ulteriori necessità urgenti dell'esercito.

Per questo motivo il Consiglio federale, su proposta del DDPS, ha scelto il Gripen E/F dell'azienda svedese Saab. Da un lato soddisfa i requisiti e dall'altro è finanziariamente sostenibile, rappresentando quindi la soluzione ottimale per il sistema globale «esercito».


Indirizzo cui rivolgere domande

Silvia Steidle
Portavoce del DDPS
031 324 50 86


Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

Forze aeree
http://www.lw.admin.ch

Comando Istruzione
http://www.he.admin.ch

Armasuisse
http://www.ar.admin.ch/

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-43408.html