Il Presidente della Confederazione Leuenberger e il Ministro dei trasporti italiano firmano la nuova convenzione del Sempione

Berna, 28.03.2006 - Il Presidente della Confederazione Moritz Leuenberger e il Ministro dei trasporti italiano Pietro Lunardi hanno firmato a Torino la nuova convenzione del Sempione. La convenzione rinnova la vecchia concessione del Sempione e disciplina l'esercizio ferroviario attraverso la galleria del Sempione sulla tratta internazionale tra Briga e Domodossola. La Svizzera si assicura così il diritto di esercitare la propria influenza su questo importante asse di transito.

Nel 1895 la Svizzera e l'Italia avevano stipulato un trattato per la costruzione e la gestione della galleria del Sempione. Nel 1896 l'Italia aveva rilasciato alla Svizzera una concessione per la costruzione e l'esercizio del tratto in territorio italiano, dal confine nazionale, situato al centro della galleria del Sempione, fino a Iselle. Questa concessione, scaduta il 31 maggio 2005, è stata provvisoriamente prorogata. Ora essa viene rinnovata per i prossimi 99 anni.

L'esercizio dell'infrastruttura fino a Iselle continuerà ad essere di competenza della Svizzera, mentre per la tratta tra Iselle e Domodossola sarà competente l'Italia. Con la nuova convenzione la Svizzera e l'Italia si concedono reciprocamente l'accesso alla rete, rispettivamente fino a Briga e fino al terminale per il traffico merci di Domodossola II. Per la disciplina dei dettagli tecnici relativi all'esercizio sono ora competenti le ferrovie. Si è inoltre proceduto a semplificare le normative e a snellire e riorganizzare gli organi preposti al controllo e all'applicazione della convenzione.

La galleria del Sempione fa parte dell'asse ferroviario transeuropeo che collega l'Italia alle regioni dell'Europa nord-occidentale, passando per la Svizzera. Con le due gallerie di base del San Gottardo e del Lötschberg attualmente in costruzione, la Svizzera è parte della rete ferroviaria transeuropea. Il Sempione costituisce l'accesso meridionale alla galleria di base del Lötschberg. Con la messa in servizio di quest’ultima, prevista per la fine del 2007, l'asse Basilea-Berna-Lötschberg-Briga-Sempione-Novara assume una nuova dimensione europea nell’ambito della strategia della NFTA. La nuova galleria aumenterà in modo rilevante le capacità del traffico merci ferroviario su questo asse. La convenzione e il rinnovo della concessione del Sempione consentiranno alla Svizzera di mantenere e rafforzare la propria influenza su questa importante tratta.

La convenzione è stata firmata il 28 marzo 2006, a margine del XII Congresso Internazionale della viabilità invernale. Il congresso, organizzato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti italiano, si svolgerà a Torino e a Sestriere dal 27 al 30 marzo 2006. Le Camere federali tratteranno la convenzione nel corso di quest'anno. Fino all'entrata in vigore del nuovo testo resterà valida l'attuale versione, quale soluzione transitoria.

Nella sua allocuzione, il Presidente della Confederazione ha esortato i partecipanti al congresso a garantire la mobilità in Europa anche d’inverno, realizzando gallerie e opere di protezione in grado di far fronte ai rigori invernali. A giudizio di Moritz Leuenberger è inoltre sensato puntare su diversi vettori di traffico. La ferrovia, per esempio, è un mezzo di trasporto affidabile, in grado di circolare senza problemi anche in periodi di forti nevicate. Gli ambienti politici sono chiamati a mettere in atto strategie volte a rispettare la natura e il clima. La natura va considerata un partner, non un antagonista.

Il 19 e il 20 maggio 2006 l'Italia e la Svizzera festeggeranno il centenario della galleria del Sempione; per l'occasione, entrambi i Paesi stanno organizzando numerose iniziative e manifestazioni.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio stampa DATEC, tel. 031 322 55 11
Ufficio federale dei trasporti (UFT), Public Affairs, tel. 031 322 36 43


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-4314.html