Nuove prescrizioni sulle riserve degli assicuratori-malattie

Berna, 22.06.2011 - Il Consiglio federale ha deciso di valutare la situazione finaniaria degli assicuratori-malattie mediante un test di solvibilità LAMal.Le rigide prescrizioni vigenti relative alle riserve vengono in tal modo sostituite da un moderno sistema di vigilanza, orientato ai rischi cui gli assicuratori sono concretamente sottoposti. Il nuovo disciplinamento entra in vigore il 1° gennaio 2012.

Con l'introduzione di un sistema di riserve basato sui rischi vengono colmate le lacune delle vigenti prescrizioni sulle riserve, rafforzando al contempo la sicurezza e la trasparenza dell'assicurazione sociale malattie. Il test di solvibilità LAMal si orienta allo Swiss Solvency Test (SST) istituito dall'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA), già oggi determinante per le società private di assicurazione.Il test di solvibilità LAMal tiene conto delle particolarità dell'assicurazione sociale malattie, tra cui la condizione che i premi annuali coprano le spese dell'esercizio corrispondente (ripartizione finanziaria), il libero passaggio degli assicurati e la compensazione dei rischi.

Le prescrizioni attuali sulle riserve sono molto approssimative e non corrispondono ai rischi dell'esercizio dell'assicurazione sociale malattie. Esse determinano le riserve obbligatorie in percentuale dei premi, fissando i tre tassi (10, 15 e 20 per cento) secondo l'effettivo degli assicurati.In tal modo tengono conto unicamente delle dimensioni dell'assicuratore.Il nuovo sistema tiene conto anche di altri fattori di rischio, ad esempio i rischi dei mercati finanziari o il rischio del fallimento di un beneficiario di credito.

L'introduzione delle riserve basate sui rischi è una delle numerose misure adottate dal Cosiglio federale per rafforzare la sorveglianza sugli assicurati che esercitano l'assicurazione sociale malattie.Le prescrizioni sulle riserve vengono per tanto dotate di una base razionale e comprensibile, permettendo alle autorità di vigilanza e all'opinione pubblica di valutare meglio la situazione finanziaria degli assicuratori.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica, Helga Portmann, capo della Divisione vigilanza delle assicurazioni, tel. 031 322 95 05, media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-39748.html