Conferenza sui prodotti chimici pericolosi a Ginevra

Berna, 16.06.2011 - La quinta Conferenza delle Parti alla Convenzione di Rotterdam si terrà a Ginevra dal 20 al 24 giugno 2011. Tale convenzione disciplina l’esportazione di determinati prodotti chimici e antiparassitari pericolosi. Durante la Conferenza, i Paesi decideranno in particolare se includere nella Convenzione quattro nuove sostanze: l’endosulfano, l’amianto crisotile, l’aldicarb e l’alacloro. La Svizzera sostiene l’iscrizione di tali sostanze nella Convenzione.

Secondo la Convenzione di Rotterdam (Convenzione PIC), l'esportazione di determinati prodotti chimici e antiparassitari pericolosi è possibile solo se il Paese importatore ha dato il suo assenso preliminare in conoscenza di causa (Prior Informed Consent PIC). Prima di autorizzare l'importazione, questi deve aver ricevuto dal Paese esportatore tutte le informazioni utili sulla pericolosità del prodotto in relazione alla salute dell'uomo e all'ambiente. La Convenzione protegge quindi gli utilizzatori di tali prodotti nell'agricoltura e nell'industria, in particolare nei Paesi in via di sviluppo.

La procedura PIC interessa al momento 40 sostanze. Altre sostanze possono essere incluse se almeno due Paesi notificano il divieto alla Segreteria della Convenzione e se tale misura è stata adottata al fine di proteggere la salute dell'uomo o l'ambiente. Quattro nuove sostanze sono proposte per l'inserimento nella Convenzione. L'endosulfano, l'aldicarb e l'alacloro sono principi attivi utilizzati in alcuni prodotti fitosanitari. L'amianto crisotile è impiegato per l'isolamento e la protezione antincendio.

Facendo seguito al mandato approvato il 10 giugno 2011 dal Consiglio federale, la delegazione svizzera sosterrà l'inserimento di queste quattro sostanze nella Convenzione. Il rafforzamento delle prescrizioni a livello internazionale non avrà praticamente nessuna conseguenza in Svizzera. Infatti, l'endosulfano e l'alacloro non sono fabbricati nel nostro Paese e i preparati che li contengono non sono più autorizzati. L'impiego di amianto sotto ogni forma è vietata dal 1989. Per quanto riguarda l'aldicarb, è autorizzato un solo preparato che contiene tale sostanza. Questa autorizzazione è attualmente sottoposta a verifica.

Avvicinamento fra le tre convenzioni sui prodotti chimici

La Conferenza dovrebbe inoltre approvare una serie di decisioni volte a concretizzare l'avvicinamento delle tre convenzioni sui prodotti chimici con sede a Ginevra: la Convenzione di Rotterdam (PIC), la Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti (POP) e la Convenzione di Basilea sul controllo dei movimenti oltre frontiera di rifiuti pericolosi e sul loro smaltimento. La Conferenza dovrà in particolare approvare la nuova organizzazione delle tre segreterie sottostanti a una direzione unica e la programmazione di attività comuni. Tali decisioni sono già state approvate dalla Conferenza delle Parti alla Convenzione POP nell'aprile del 2011. Il ciclo negoziale della Conferenza delle Parti alla Convenzione di Basilea si terminerà nel mese di ottobre 2011.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sezione Media, Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), tel. 031 322 90 00
Andreas Weber, capo della sezione Agenti chimici industriali, UFAM, tel. 031 322 68 59



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-39639.html