Ulteriore procedura di messa fuori servizio dell'artiglieria di fortezza obsoleta

Berna, 25.05.2011 - L'esercito metterà fuori servizio le rimanenti batterie «Bison» e l'artiglieria di fortezza. Il capo del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) ha informato il Consiglio federale in merito a tale decisione in occasione della sua seduta odierna. Pertanto il consigliere federale Ueli Maurer attua un aspetto dell'ulteriore sviluppo dell'esercito citato concretamente nel Rapporto sulla politica di sicurezza 2010. Gli attuali moderni impianti permanenti necessari ai compiti di condotta non sono interessati da tale decisione.

L'esercito deve adeguarsi ai cambiamenti della situazione in materia di politica di sicurezza e alle direttive finanziarie del Consiglio federale. Per questa ragione il consigliere federale Ueli Maurer, capo del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport, ha deciso di mettere fuori servizio le rimanenti batterie «Bison» e i lanciamine di fortezza dell'esercito.

L'ulteriore esercizio e l'ulteriore manutenzione dei relativi impianti permanenti non corrispondono alle necessità attuali dell'esercito. In seguito alla mutata situazione di minaccia, l'importanza in materia di politica di sicurezza di questi sistemi è notevolmente diminuita, mentre le moderne armi di precisione e stand-off ne hanno fortemente ridotto l'efficacia bellica in misura tale che non potrebbero praticamente più fornire un contributo essenziale per la difesa da un attacco militare. A ciò si aggiunge il fatto che l'esercito non dispone di sufficienti munizioni per questi sistemi d'arma.

Per quanto concerne l'ulteriore sviluppo dell'esercito, nel Rapporto del Consiglio federale all'Assemblea federale del 23 giugno 2010 sulla politica di sicurezza della Svizzera si tratta concretamente di disattivare al più presto gli impianti delle fortificazioni obsoleti e le opere di sbarramento permanenti. Questa richiesta risale a una decisione del Consiglio federale del novembre 2008. Gli attuali moderni impianti permanenti necessari ai compiti di condotta non sono interessati da tale decisione. Continueranno a rimanere nella sostanza immobiliare principale dell'esercito, cui sono necessari, che li utilizzerà anche in futuro.

Con la completa messa fuori servizio si prevedono risparmi annui di circa 30 milioni di franchi. Per la messa fuori servizio è stata preventivata una spesa unica per un ammontare massimo di 53 milioni di franchi.

Le messe fuori servizio fanno parte integrante del ciclo di vita dei sistemi. Negli ultimi anni gli esempi più noti sono gli aviogetti da combattimento del tipo Mirage nel 2003 o gli elicotteri del tipo Alouette nel 2010.

Tale devisione preannuncia inoltre che quest'anno il gruppo d'artiglieria di fortezza 13 (gr art fort 13) assolverà il suo ultimo corso di ripetizione nella sua funzione originaria. Il gr art fort 13 fa parte della fanteria di brigata di montagna 12 comandata dal brigadiere Aldo Schellenberg.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sebastian Hueber
Capo dell'informazione del DDPS
031 324 88 75


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-39331.html