Noi parliamo di alcol – anche Lei?

Berna, 17.05.2011 - Nella sua qualità di prodotto culturale e di consumo, l’alcol è profondamente radicato nella nostra società. Per molti, un buon pasto va accompagnato da un bicchiere di vino, altri preferiscono non rinunciare alla birra nella serata libera. Tuttavia l’alcol, oltre al lato piacevole e socializzante, può avere anche ripercussioni negative sulla salute e sulla società. Dato che l’alcol è accettato nella nostra società, molte persone hanno difficoltà a parlare degli eventuali problemi che esso può creare o a interpellare altri sull’argomento. Per sfatare questo tabù e prevenire i problemi dovuti all’alcol, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) lancia un nuovo modello di campagna di prevenzione dell’alcol, basato sulla partecipazione.

L'obiettivo della Settimana nazionale alcol, che si svolgerà dal 21 al 29 maggio 2011, è quello di stimolare il dibattito sul rapporto con l'alcol. Quest'ultimo fa parte della nuova campagna di prevenzione dell'alcol, che non è incentrata su messaggi, manifesti e spot televisivi perentori, ma intende sollevare la tematica nei settori dove il problema è più acuto. Per tanto. la campagna interviene direttamente in tali ambiti e interpella gli interessati, tenendo conto delle diverse angolature da cui può essere visto il consumo dell'alcol.
Durante questa settimana, circa 230 partner realizzeranno oltre 260 attività diverse. Alcune di esse si ripeteranno, stimolando il dialogo nella popolazione mediante più di 620 manifestazioni in totale.

Le attività si svilupperanno attraverso gruppi di discussione nelle scuole, esposizioni fotografiche tematiche, corsi di missaggio con bevande senz'alcol e anche una presenza su più giorni con stand pubblici e giochi nelle piazze centrali cittadine.
La campagna fa parte del nuovo Programma nazionale Alcol (PNA) 2008 - 2012. Settimane d'azione simili si terranno contemporaneamente in Germania e nel Liechtenstein.
La Settimana alcol prenderà avvio il 20 maggio, alle 16.30, sulla Piazza federale di Berna. Al centro sarà allestita simbolicamente una tavola rotonda, attorno alla quale prenderanno posto il Direttore dell'UFSP, Pascal Strupler, insieme ad altre personalità del mondo dell'economia, della formazione, dell'opinione pubblica, della sicurezza e della sanità, per discutere sul tema dell'alcol.
Le discussioni verranno accompagnate da attività per la popolazione del luogo. Ad esempio, sarà messo a disposizione un simulatore, con la possibilità di percorrere un circuito in stato di ebrietà fittizia. Tra le attrazioni principali ci sarà lo spettacolo del rapper dialettale di Langenthal Knackeboul, che si esibirà durante gli intervalli tra un dibattito e l'altro.

Alla fine della manifestazione, la tavola rotonda si sposterà in varie regioni della Svizzera, toccando località quali San Gallo, Oberdorf (NW), Bülach, Canobbio-Trevano, Friburgo, Losanna e Grenchen dove, oltre ai vari dibattiti, sono previste numerose attività per la popolazione locale.

La Settimana alcol è stata allestita in collaborazione con i Cantoni, le città nonché numerose organizzazioni nazionali ed è finanziata da undici organizzazioni. Fondandosi su un vasto sostegno e sul coinvolgimento di numerosi partner, l'UFSP promuove una nuova forma di collaborazione e un nuovo modo di condurre campagne. In tal modo vengono abbattute le divisioni sociali e ottenuto un effetto moltplicatore, fondamentale per il successo della Settimana alcol.

La direzione del progetto della Settimana alcol è assicurata, oltre che dall'UFSP, anche da Fachverband Sucht, Groupement Romand d‘Etudes des Addictions GREA, Dipendenze Info Svizzera e Ticino Addiction.

Programma nazionale Alcol 2008-2012 (PNA)
Il 18 giugno 2008, il Consiglio federale ha affidato all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) l'attuazione del Programma nazionale Alcol 2008 - 2012. Il programma si focalizza sulla riduzione del consumo problematico di alcol e delle conseguenze negative del consumo.
La filosofia del PNA si può riassumere in una frase: «Chi consuma alcol, lo fa senza nuocere a se stesso e agli altri.»

Il programma è il risultato di un processo partecipativo su larga scala e verrà attuato congiuntamente da diversi attori attivi nel campo della prevenzione dell'alcolismo. La direzione strategica è composta dall'UFSP, dalla Regìa federale degli alcool (RFA), dalla Commissione federale per i problemi inerenti all'alcool (CFAL) e dalla Conferenza svizzera dei direttori e delle direttrici cantonali della sanità.

Per maggiori informazioni: www.alcol.ufsp.admin.ch


Indirizzo cui rivolgere domande

UFSP, Ursula Koch, coresponsabile della Divisione programmi nazionali di prevenzione, telefono 031 322 95 05 o media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-39177.html