Gettate le basi per la costruzione di reti di dati a banda molto larga

Berna, 14.01.2011 - In occasione di una settima tavola rotonda gli attori del mercato hanno discusso degli sviluppi riguardanti l’introduzione delle reti in fibra ottica in Svizzera. La collaborazione avviata due anni or sono giunge ora in una fase decisiva, si pensi alla messa in esercizio di una piattaforma comune per le ordinazioni effettuate dai vari fornitori di servizi e operatori di rete. I partecipanti hanno esteso la discussione ai possibili scenari per un ampliamento capillare delle reti a banda larga di prossima generazione (reti in fibra ottica, reti via cavo e reti di telefonia mobile quali LTE).

I partecipanti alla tavola rotonda hanno ribadito che le discussioni svoltesi finora hanno creato una buona base per l’ampliamento delle reti a banda larga di nuova generazione. Sono stati definiti gli standard tecnici per l’installazione delle reti in fibra ottica nelle case. Cinque aziende elettriche cittadine hanno messo a punto una piattaforma comune per la gestione delle ordinazioni e dei clienti. La piattaforma è ora pronta per effettuare il primo test, l’obiettivo è quello di permettere ai fornitori di servizi e agli operatori di rete di collaborare tra loro. Grazie ai contratti di cooperazione tra gli operatori di rete, molte regioni dispongono già della fibra ottica. Si stanno inoltre analizzando le questioni relative al diritto della concorrenza.

È stata pienamente riconosciuta la necessità di ampliare le reti a banda larga anche nelle regioni meno densamente popolate. A tale scopo sono previste diverse tecnologie, il relativo progetto riguardante il Cantone di Obvaldo, ove è in programma una copertura della fibra ottica sull’intero territorio, ne è un ottimo esempio. Si è ampiamente dibattuto anche sul ruolo degli operatori di reti via cavo nella costruzione delle reti di collegamento di prossima generazione.   

Altri punti di discussione hanno riguardato la cooperazione tra gli operatori di rete e le opportunità commerciali per le aziende telecom senza una rete propria.

La prossima tavola rotonda avrà luogo nel settembre 2011.  

Tavole rotonde
Nell'autunno 2008 la ComCom ha deciso di analizzare questa forma d'estensione con gli attori di mercato; con ciò vuole evitare che nel settore sorgano monopoli che ostacolino l'entrata sul mercato di altri operatori di servizi di telecomunicazione e dunque la libera concorrenza. Inoltre, l'allestimento della rete dovrà avvenire nel modo più efficiente possibile, al fine di permettere investimenti economicamente sensati.

 


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria ComCom, Tel. 031 323 52 90


Pubblicato da

Commissione federale delle comunicazioni ComCom
http://www.comcom.admin.ch/

Ufficio federale delle comunicazioni
http://www.ufcom.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-37219.html