Il Consiglio federale proroga i termini per l’avvio dei lavori di costruzione e l’entrata in servizio dei raccordi RAV

Berna, 17.12.2010 - Il Consiglio federale ha approvato una proroga generalizzata dei termini per i progetti di raccordo della Svizzera orientale e occidentale alla rete ferroviaria europea ad alta velocità (progetti di raccordo RAV). I lavori di costruzione do-vranno iniziare entro il 2015 e concludersi entro il 2020. I termini in vigore finora prevedevano l’inizio dei lavori entro il 2010 e la conclusione entro il 2015.

I progetti di raccordo RAV ridurranno i tempi di viaggio verso le metropoli di Lione, Parigi, Stoccarda, Ulm e Monaco di Baviera.

Diversi progetti sono già stati realizzati, come ad esempio l’ampliamento della sta-zione di Altstätten SG o il ripristino della linea che passa attraverso l’Haut-Bugey, la cosiddetta linea dei Carpazi sulla tratta Ginevra – Parigi. In altri 12 progetti, i lavori sono in fase molto avanzata (1).

Data la loro dipendenza da altri progetti, l’inizio dei lavori e la messa in esercizio di alcuni progetti RAV subiranno un ritardo. È il caso, in particolare, del raccordo ferro-viario dell’Euro-Airport di Basilea-Mulhouse, dell’elettrificazione e del po-tenziamento della tratta Lindau – Geltendorf (Zurigo – Monaco) per i treni ad assetto variabile, come pure di alcuni lavori nella Svizzera orientale.

Già nel mese di gennaio 2010, il Consiglio federale aveva proposto di accogliere la mozione del Consigliere agli Stati Claude Janiak, che chiedeva una proroga per tutti i progetti RAV. Il 15 giugno 2010 il Parlamento ha accolto la mozione. Di fronte alla complessità di molti progetti RAV, ha ritenuto giustificato il prolungamento del termi-ne di circa cinque anni, osservando che i fondi investiti dalla Confederazione non andranno perduti.

Il Consiglio federale ha dunque prorogato di cinque anni i temini per l’inizio e per la conclusione dei lavori, fissandoli rispettivamente al 2015 e al 2020.

(1) Alla pagina internet www.bav.admin.ch/hgv sono disponibili informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori (solo in tedesco e francese).


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione 031 322 36 43


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-36860.html