Il Consiglio federale approva il rapporto sul finanziamento uniforme delle prestazioni LAMal

Berna, 13.12.2010 - Il Consiglio federale ha approvato nella sua ultima seduta il rapporto sul finanziamento uniforme delle prestazioni ospedaliere e ambulatoriali da parte dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie. Con la mozione 06.3009, la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati aveva incaricato il Consiglio federale di sottoporre alle Camere un relativo disegno. Il rapporto costituisce un primo passo verso l'attuazione della mozione.

La legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal) prevede sussidi cantonali per le prestazioni ospedaliere stazionarie, mentre le prestazioni ambulatoriali nel settore ospedaliero e ambulatoriale sono assunte totalmente dall'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie. Il sovvenzionamento di un settore parziale indebolisce il sistema concorrenziale. Un finanziamento uniforme di tutte le prestazioni a carico dell'assicurazione di base può colmare questa lacuna.

Il rapporto sul finanziamento uniforme getta le basi per un modello futuro, senza proporne uno in particolare. La discussione di fondo tra le autorità federali e cantonali, che comporta un riesame della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni, avrà luogo nel quadro del Dialogo sulla Politica nazionale della sanità, la piattaforma permanente mediante la quale i due partner discutono temi e compiti inerenti alla politica della sanità e prendono le disposizioni necessarie.

Il rapporto «Monistische Spitalfinanzierung», redatto dal professor Robert E. Leu, e la perizia «Zur Einführung der monistischen Spitalfinanzierung», allestita dal dr. jur Markus Moser, sono pubblicati (solo in tedesco) all'indirizzo: http://www.bag.admin.ch/themen/krankenversicherung/01156/01159/index.html?lang=de


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica, Sandra Schneider, capo supplente dell'Unità di direzione assicurazione malattia e infortunio, telefono 031 322 95 05, media@bag.admin.ch.



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-36775.html