Revisione parziale dell'ordinanza sui prodotti chimici

Berna, 10.11.2010 - Il Consiglio federale ha adottato una revisione parziale dell'ordinanza sui prodotti chimici che consente l'introduzione in Svizzera di un nuovo sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS). Di conseguenza, entro il 2015 nuovi simboli di pericolo verranno progressivamente apposti sui prodotti chimici, dopodiché la loro utilizzazione sarà obbligatoria per la sostituzione dei simboli attualmente in vigore.

Il nuovo sistema di classificazione e d'imballaggio dei prodotti chimici è stato elaborato dalle Nazioni Unite e sarà ripreso, col passare del tempo, in più di 60 Paesi. L'Unione europea ha introdotto questo sistema nel 2009, prevedendo una fase transitoria fino al 2015. Per l'armonizzazione con il sistema GHS, la Svizzera si è imposta lo stesso scadenzario.

Attualmente, l'indicazione dei pericoli avviene già mediante simboli (quadrati arancioni) e frasi standardizzate apposte sull'etichetta. Il nuovo sistema (rombi a bordo rosso) manterrà lo stesso grado di protezione, offrendo in più il vantaggio di utilizzare un sistema armonizzato riconosciuto a livello internazionale. Durante la fase transitoria è prevista una campagna d'informazione sui pericoli legati all'uso di prodotti chimici e sulla nuova etichettatura. La divulgazione dell'informazione avverrà in collaborazione con l'industria e i distributori.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica, Markus Hofmann, Divisione prodotti chimici,
031 322 95 05, media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-36156.html