Adozione del Piano settoriale dei trasporti, parte Infrastruttura ferroviaria, modulo 1

Berna, 28.09.2010 - La Confederazione coordina le sue attività d'incidenza territoriale elaborando appositi piani settoriali. Nel settore dei trasporti, il Capo del DATEC Moritz Leuenberger ha approvato il piano settoriale relativo all'infrastruttura ferroviaria, modulo 1 (PSIF), che entra quindi in vigore. Esso aggiorna il Piano settoriale AlpTransit concernente la nuova ferrovia transalpina (NFTA) e illustra i progetti rilevanti per il piano settoriale già decisi dal Parlamento in relazione al raccordo della Svizzera orientale e occidentale alla rete ferroviaria europea ad alta velocità (raccordo RAV) e allo sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria (SIF).

Su mandato del Parlamento, l'Ufficio federale dei trasporti studia attualmente le modalità di attuazione del futuro sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria. Il PSIF, pertanto, non prevede ancora una scheda di coordinamento per ogni progetto d'incidenza territoriale, ma sarà adeguato e completato a mano a mano. Le schede riguardanti i programmi federali come pure quelle relative all'ulteriore potenziamento di reti celeri o di stazioni (Basilea, Berna, Losanna, Ginevra, Lucerna, San Gallo, Ticino, Zugo, Zurigo) saranno elaborate in occasione dei prossimi adeguamenti del piano.

Il PSIF serve a coordinare sul lungo periodo lo sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria con quello territoriale auspicato, garantendo così la pianificazione dei Cantoni e dei Comuni. Il piano settoriale contiene perciò anche progetti il cui finanziamento non è ancora assicurato. La Confederazione salvaguarda in tal modo gli interessi nazionali e le possibilità di ulteriore sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria.

La parte Infrastruttura ferroviaria attua la parte programmatica, adottata nel 2006, del Piano settoriale dei trasporti. Le indicazioni territoriali vincolanti in essa contenute non presentano modifiche significative rispetto al Piano settoriale AlpTransit e ai piani direttori cantonali in vigore.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione 031 322 36 43



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-35320.html