Prende avvio la piattaforma «Futuro della formazione medica»

Berna, 15.09.2010 - Quale orientamento dare in futuro alla formazione medica e come garantirne la qualità? Su invito dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), si sono riunite il 14 settembre sedici organizzazioni attive nel campo della formazione medica per lanciare insieme la piattaforma «Futuro della formazione medica». Il primo tema centrale affrontato è il finanziamento del perfezionamento medico.

Da qualche tempo, all'interno della formazione medica sussistono diversi problemi (p.es. armonizzazione della formazione e del perfezionamento in medicina, finanziamento del perfezionamento medico) che, vista la distribuzione delle competenze su diverse organizzazioni, possono essere affrontati soltanto con la partecipazione di queste ultime. Per questa ragione, il Dialogo sulla Politica nazionale della sanità, mediante il quale i direttori cantonali della sanità e le autorità federali si scambiano regolarmente informazioni in questo ambito, ha incaricato l'UFSP di realizzare e mettere in esercizio una piattaforma denominata «Futuro della formazione medica». Lo scopo è quello di discutere, tra l'altro, sull'attuazione della legge sulle professioni mediche (LPMed), e di elaborare proposte di soluzioni concrete per i diversi problemi, in collaborazione con le organizzazioni partner.

Dapprima viene affrontata la questione del finanziamento del perfezionamento medico. Alcuni attori temono la riduzione dei posti di medico assistente come conseguenza dell'introduzione nel 2012 dei forfait per caso sulla base delle diagnosi (DRG). In seno alla piattaforma vi è unanimità nel ritenere che con l'introduzione dei DRG negli ospedali si assisterà a una pressione nei confronti dei fornitori di prestazioni. Rimane da appurare se tale pressione e il cambiamento delle condizioni quadro - in particolare il nuovo finanziamento ospedaliero - metteranno effettivamente in pericolo i posti di perfezionamento.

In vista dell'entrata in esercizio della piattaforma, i Cantoni si sono già concretamente espressi: se durante la fase introduttiva dei DRG fino al 2016 si delineerà la tendenza effettiva a una chiara riduzione dei posti di medico assistente o delle prestazioni di perfezionamento, come ripercussione del nuovo sistema di finanziamento, la CDS e le autorità cantonali adotteranno contromisure.

Secondo l'intento della Piattaforma, nei prossimi mesi saranno affrontati ed elaborati nuovi temi inerenti alla formazione medica.

Diciassette tra autorità e organizzazioni sono rappresentate nella Piattaforma:

  • Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP)
  • Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS)
  • Commissione delle professioni mediche (MEBEKO)
  • Segretariato di Stato per l'educazione e la ricerca (SER)
  • Consiglio svizzero della scienza e della tecnologia (CSST)
  • Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT)
  • Conferenza universitaria svizzera (CUS)
  • Conferenza dei Rettori delle Università svizzere (CRUS)
  • Commissione interfacoltà di medicina svizzera (CIMS)
  • Federazione dei medici svizzeri (FMH), rappresentata dall'Istituto svizzero per la formazione medica (ISFM)
  • Associazione svizzera dei medici assistenti e capoclinica (ASMAC)
  • Accademia Svizzera delle Scienze Mediche (ASSM)
  • Gli ospedali svizzeri (H+)
  • Organizzazione mantello del mondo del lavoro per il settore sanitario (OdaSanté)
  • Les assureurs-maladie suisses (santésuisse)
  • Association des Médecins Dirigeants d'Hôpitaux de Suisse (AMDHS)
  • Associazione degli studenti di medicina in Svizzera (SwiMSA)


Indirizzo cui rivolgere domande

UFSP, Stefan Spycher, vicedirettore, tel. 031 322 95 05 oppure media@bag.admin.ch,


Pubblicato da

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-35133.html