Il Consigliere federale Leuenberger all'Aia: stretta cooperazione con l'UE nell'ambito dei trasporti merci su rotaia

Berna, 15.06.2010 - Dieci ministri dei trasporti dell'UE e il Consigliere federale Moritz Leuenberger hanno ribadito, in occasione di una conferenza tenutasi ieri all'Aia, la loro volontà di intensificare la cooperazione nell'ambito dello sviluppo di corridoi ferroviari europei per il trasporto di merci e di costituire con il tempo una vera e propria rete europea. Sulla tratta che attraversa la Svizzera Rotterdam - Genova, già a uno stato molto avanzato, si prevede di introdurre entro il 2015 un sistema di controllo unitario sulla marcia dei treni. Grazie a questo sistema la ferrovia migliorerà sensibilmente la sua competitività rispetto alla strada.

L'UE intende potenziare in futuro il trasporto di merci su rotaia a scapito della strada. A tale scopo, in Europa occorrono più corridoi per il traffico merci ad alta capacità (tra cui Genova-Rotterdam, Anversa-Basilea-Lione e Aachen-Berlino-Varsavia/Kaunas).

In una dichiarazione scritta congiunta, i Ministri dei trasporti o i loro rappresentanti di Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Germania, Francia, Italia, Spagna, Polonia, Lituania e Repubblica Ceca nonché il Consigliere federale Moritz Leuenberger si sono impegnati a rafforzare la collaborazione in questo settore per creare una vera e propria rete europea. Questo obiettivo viene sostenuto anche dalla Commissione europea ed è per questo motivo che alla Conferenza ministeriale ha partecipato pure il Commissario dei trasporti Siim Kallas.

Responsabilizzare la Germania

Il corridoio tra Rotterdam e Genova, che attraversa anche la Svizzera, risulta quello più sviluppato fino ad ora. Attualmente la Germania accusa dei ritardi per quel che concerne l'installazione, lungo il corridoio in questione, del sistema ERTMS (European Railway Traffic Management System, ERTMS). Il Consigliere federale Leuenberger ha ricordato ai suoi omologhi che la ferrovia può essere effettivamente concorrenziale con la strada solo con l'introduzione dell'EMRTS. Di conseguenza, la sua introduzione in tutti i Paesi interessati dal corridoio ferroviario risulta di fondamentale importanza.

I Ministri dei trasporti presenti all'incontro hanno ribadito, sottoscrivendo una dichiarazione congiunta, la volontà di installare entro il 2015 sulla tratta Rotterdam - Genova un sistema di controllo unitario e moderno sulla marcia dei treni.


Indirizzo cui rivolgere domande

DATEC, Servizio stampa, Palazzo federale Nord, 3003 Berna, tel. 031 322 55 11


Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-33704.html