Il Consigliere federale Leuenberger ha discusso a Bruxelles con il Commissario europeo per i trasporti Siim Kallas delle ripercussioni dell’eruzione del vulcano islandese

Berna, 19.04.2010 - Il Consigliere federale Moritz Leuenberger ha discusso oggi a Bruxelles con Siim Kallas, Commissario europeo per i trasporti, delle ripercussioni dell’eruzione del vulcano islandese sul traffico aereo europeo e ha partecipato a un incontro dei Ministri dei trasporti europei. Leuenberger ha sollevato con Kallas anche questioni generali in materia di trasporti, come ad esempio il potenziamento del corridoio ferroviario tra Rotterdam e Genova, e ha incontrato pure Paul Magnette, Ministro belga per il clima e l’energia, e Etienne Schouppe, Segretario di Stato per la mobilità nel governo belga. Durante i vari colloqui sono stati tematizzati diversi argomenti della politica dei trasporti ed energetica, tra cui le trattative in corso nel settore dell’elettricità tra la Svizzera e l’Ue.

Il Capo del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) e il Commissario europeo per i trasporti Siim Kallas sono dell’avviso che, per quanto concerne le misure da adottare in seguito al formarsi di una nube di cenere su varie parti d’Europa dovuta all’eruzione del vulcano islandese, la massima priorità va attribuita alla sicurezza di volo. Entrambi sono del parere che i singoli Stati sono responsabili esclusivi delle misure necessarie. Tuttavia, si riconosce la necessità di un coordinamento a livello europeo, l’utilità di uno scambio di informazioni e il bisogno di applicare criteri unitari per la chiusura degli spazi aerei. Per regolare la questione, oggi l’Ue ha organizzato una videoconferenza per tutti i Ministri dei trasporti europei, alla quale ha partecipato anche il Consigliere federale Leuenberger.

Moritz Leuenberger ha inoltre informato il Commissario europeo per i trasporti sulla politica svizzera di trasferimento del traffico e sugli sviluppi della tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP). Un altro tema toccato da Leuenberger e Kallas riguardava lo sviluppo delle reti di trasporto trans-europee ed in particolare il corridoio Rotterdam - Genova, che passa attraverso la Svizzera. Con la nuova ferrovia trasversale alpina (NFTA) quale ferrovia di pianura efficiente attraverso le Alpi, la Svizzera sta realizzando un tassello fondamentale per questo corridoio. Leuenberger ha informato Kallas in merito alla caduta dell'ultimo diaframma della galleria di base del San Gottardo, prevista per il prossimo autunno.

Migliorare l'interoperabilità nel paesaggio ferroviario europeo

Il Consigliere federale Leuenberger ha pure sottolineato al riguardo l'importanza di equipaggiare tutto il corridoio Rotterdam - Genova con il sistema standardizzato europeo di segnaletica e protezione automatica dei treni ETCS (European Train Control System). Questo sistema, oltre ad aumentare la sicurezza e a consentire di raggiungere le alte velocità, migliora l'interoperabilità fra i Paesi europei, risultando determinante per la competitività della ferrovia sia nel traffico viaggiatori che in quello merci.

Scambio di informazioni circa le trattative nell'ambito dell'energia elettrica

Alla fine delle discussioni con i Commissari europei, Leuenberger ha incontrato Paul Magnette, Ministro belga per il clima e l’energia. Nel secondo semestre del 2010 il Belgio deterrà la presidenza dell’Unione europea. Il Consigliere federale ha avuto uno scambio di informazioni con il suo omologo in merito alle trattative in corso fra la Svizzera e l’Ue nel settore dell’elettricità. L’obiettivo è l’armonizzazione del mercato dell’energia elettrica tra la Svizzera e l’Ue. Sono stati tematizzati inoltre le conseguenze della Conferenza sui cambiamenti climatici a Copenhagen e i preparativi per la prossima conferenza prevista a Cancun. Entrambi i Ministri reputano che la questione del finanziamento delle misure sarà determinante per l’esito delle trattative.

Con Etienne Schouppe, Segretario di Stato per la mobilità del governo belga, Moritz Leuenberger si è intrattenuto sul coordinamento fra la politica dei trasporti svizzera e quella dell’Ue.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio stampa DATEC, tel. 031 322 55 11
Sabrina Dallafior, Missione svizzera presso l'Unione europea, tel. +32 2 286 13 04


Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ufficio federale dell'energia
http://www.bfe.admin.ch

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-32694.html