Equità nell'attribuzione di organi

Berna, 01.03.2010 - Il Consiglio federale ha firmato l'accordo tra la Svizzera e il Principato del Liechtenstein relativo all'attribuzione di organi per il trapianto. L'accordo, che sarà applicato provvisoriamente dal 1° aprile 2010, sancisce l'equiparazione delle persone domiciliate nel Liechtenstein con quelle domiciliate in Svizzera nell'ambito dell'attribuzione di organi.

Prima dell'entrata in vigore della legge sui trapianti, nell'ambito dell'attribuzione di organi le persone domiciliate nel Principato del Liechtenstein e quelle domiciliate in Svizzera erano trattate in modo uguale e avevano dunque le medesime possibilità di ricevere un organo donato. Con l'entrata in vigore della legge, il 1° luglio 2007, questa prassi è stata modificata: sulla base del principio del luogo di domicilio, sancito nella legge, le persone domiciliate in Svizzera hanno la precedenza nell'attribuzione degli organi.
A causa dell'esiguo numero di donatori di cui può disporre sul proprio territorio, il principato del Liechtenstein deve però associarsi ad altri Paesi per trovare gli organi idonei per i suoi pazienti. Allo scopo di eliminare questa iniquità e su richiesta del Principato, il Dipartimento federale dell'interno DFI e il Dipartimento federale degli affari esteri DFAE hanno elaborato un accordo tra i due Paesi, che prevede l'equiparazione tra le persone domiciliate nel Liechtenstein e quelle domiciliate in Svizzera nell'attribuzione di organi.
In contropartita, il Principato s'impegna ad adottare nei propri ospedali le misure vigenti in Svizzera in materia di individuazione e notifica di potenziali donatori di organi e a partecipare ai costi dell'attribuzione di organi.

L'accordo, firmato oggi a Berna dall'ambasciatore del Liechtenstein Hubert Büchel e da Pascal Strupler, direttore del Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) deve ancora essere approvato dal Parlamento. L'accordo sarà dunque applicato provvisoriamente dal 1° aprile 2010.


Indirizzo cui rivolgere domande

Jean Louis Zurcher, UFSP, Sezione comunicazione, tel. 031 322 86 23 oppure media@bag.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-32034.html