Il Consiglio federale approva la convenzione con le FFS per l'entrata in servizio dell'asse del San Gottardo della NFTA

Berna, 27.11.2009 - Il Consiglio federale ha approvato una convenzione con le FFS per l'entrata in servizio dell'asse del San Gottardo della NFTA. Ha dato inoltre la propria approvazione ad altri tre progetti della NFTA e ha liberato dal Fondo FTP dei crediti destinati al raccordo della Svizzera alla rete ferroviaria europea ad alta velocità.

La convenzione tra la Confederazione e la FFS SA è necessaria per assicurare l'entrata in servizio, nel 2017, della galleria di base del San Gottardo e, nel 2019, della galleria di base del Ceneri. Tre anni fa il Consiglio federale aveva stabilito che la gestione delle due gallerie sarebbe stata affidata alla FFS SA. Con la convenzione ora stipulata vengono ordinate le prestazioni per la messa in servizio dell'asse del San Gottardo. L'ordinazione comprende due pacchetti: le prestazioni per la preparazione dell'esercizio e quelle per l'alimentazione con corrente di trazione.

Il primo pacchetto, relativo ai lavori per la messa in servizio, comprende in particolare i centri d'intervento e di manutenzione di Erstfeld e Biasca, treni di spegnimento e salvataggio, veicoli per la manutenzione, una centrale operativa a Pollegio, l'allacciamento della linea di base al sistema ETCS di controllo dei treni e costi per il personale. Il volume d'investimento previsto per queste prestazioni è di circa 358 milioni di franchi (prezzi del 1998), quello per l'alimentazione con corrente di trazione di 133 milioni circa (prezzi del 1998). I mezzi finanziari, per un totale di 515 milioni di franchi, provengono dal Fondo FTP; a questo scopo il Consiglio federale ha liberato dalle riserve 73 milioni, che si sono aggiunti al credito di 442 milioni già approvato.

Altri progetti della NFTA

Il Consiglio federale ha altresì preso atto del rendiconto concernente l'ampliamento nella Surselva e il raccordo alla Svizzera orientale della Nuova ferrovia transalpina (NFTA). Nella Surselva è stata potenziata la tratta Disentis/Mustér – Sedrun al fine di assicurare il collegamento con il cantiere della galleria di base del San Gottardo di Sedrun; i costi di questi lavori ammontano a 112 milioni di franchi (prezzi del 1998). Con una spesa di 99 milioni è stata realizzata, nell'ambito del collegamento della Svizzera orientale, l'opera di raccordo di Nidelbad nella galleria di base I dello Zimmerberg, da cui in seguito dovrebbe diramarsi la galleria di base II. Dal rendiconto delle due opere risulta un credito residuo di circa un milione di franchi, che sarà utilizzato per coprire le spese di entrata in servizio dell'asse del San Gottardo della NFTA.

Per poter approvare il rendiconto dei lavori nella Surselva, il Consiglio federale ha deciso di procedere in sede separata a un aumento del credito d'impegno di 14 milioni di franchi, destinato a coprire i costi di rincaro, IVA e interessi di costruzione.

Infine, il Consiglio federale ha approvato due nuove convenzioni, una con le FFS e l'altra con la SOB (Schweizerische Südostbahn AG), sugli ampliamenti tra San Gallo e Arth-Goldau per l'accesso alla NFTA. Si tratta in questo caso dei potenziamenti di Rapperswil, Schachen (Herisau) e Rothenthurm. Le nuove convenzioni si erano rese necessarie sia per le parziali modifiche dei rapporti di proprietà dell'infrastruttura sia per la decisione di escludere dalla NFTA le gallerie di base dell'Hirzel e dello Zimmerberg II. Le nuove convenzioni non hanno alcun effetto sui costi finali della NFTA.

Fondi per il raccordo alla rete ad alta velocità

Per quanto concerne il raccordo della Svizzera alla rete europea ad alta velocità, il Consiglio federale ha approvato una convenzione con le FFS per i lavori di adeguamento della tratta San Gallo – St. Margrethen (parte del collegamento Zurigo – Monaco) all'esercizio con treni ad assetto variabile. I costi, ammontanti a circa 3,5 milioni di franchi (prezzi del 2003), saranno coperti con mezzi tratti dal Fondo FTP.

Inoltre, il Consiglio federale ha aumentato di 12,5 milioni di franchi il credito d'impegno per i potenziamenti dell'Haut-Bugey (Bellegarde – Nurieux – Bourg-en-Bresse come parte del collegamento Ginevra – Parigi). Questo provvedimento è dovuto all'aumento del tasso di cambio dell'euro. La Svizzera partecipa al finanziamento dei lavori con una cifra di 110 milioni di euro.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione, 031 322 36 43


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-30372.html