Parole di elogio dei Ministri dei trasporti europei al termine di una visita sul cantiere NFTA

Berna, 17.07.2009 - In compagnia dei suoi omologhi europei, il Consigliere federale Moritz Leuenberger ha visitato oggi il cantiere della Nuova ferrovia transalpina (NFTA) a Sedrun (GR); con l’occasione ha presentato ai suoi colleghi la politica elvetica di trasferimento del traffico dalla strada alla ferrovia. A detta di Antonio Tajani, Commissario dei trasporti Ue e Vicepresidente della Commissione europea, la NFTA avrà un influsso positivo sui futuri flussi di traffico tra l’Europa meridionale e settentrionale, contribuendo in particolare a trasportare in modo sostenibile le merci attraverso le Alpi.

Su invito di Moritz Leuenberger, oltre ad Antonio Tajani hanno visitato il cantiere della galleria di base del San Gottardo i Ministri dei trasporti di Austria e Gran Bretagna, Doris Bures e Lord Andrew Adonis, come pure Dominique Bussereau, Segretario di Stato francese ai Trasporti, e Johannes Ludewig, Direttore della Comunità delle ferrovie europee (CER).

I progetti ferroviari come la NFTA “consentono di superare la barriera alpina collegando il nord al sud dell’Europa, di rafforzare la competitività dei Paesi europei e, nel contempo, di ridurre le emissioni di gas a effetto serra e di altre sostanze nocive“ ha dichiarato il Ministro austriaco, signora Bures, definendo la NFTA “un’opera tecnicamente imponente“ e ”una galleria ferroviaria senza eguali“.

Plaidoyer di Moritz Leuenberger a favore della borsa dei transiti alpini

Il Capo del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) ha colto l’occasione per informare i suoi ospiti sulla politica svizzera di trasferimento del traffico (con le componenti TTPCP, armonizzazione dei sistemi ferroviari internazionali/interoperabilità, borsa dei transiti alpini), che funge sempre più da modello per gli altri Paesi europei.

Durante la presidenza svizzera del cosiddetto “Suivi de Zurich“ – gruppo di lavoro composto dai Ministri dei trasporti dei Paesi alpini – entro il 2011 il Consigliere federale Leuenberger intende far approntare le basi per una borsa dei transiti alpini e di esaminare se sia possibile combinare tra loro diversi strumenti d’incentivazione quali la stessa borsa dei transiti, i sistemi di riscossione differenziata dei pedaggi o il commercio delle emissioni.

Con ogni probabilità, la galleria di base del San Gottardo, che collega Erstfeld (UR) a Bodio (TI), verrà inaugurata nel 2017. Il tunnel di base del Lötschberg è già in servizio dal 2007; questi due trafori costituiscono gli assi principali della Nuova ferrovia transalpina. Sull’asse del San Gottardo la ferrovia di pianura verrà integrata dalla galleria di base del Ceneri, la cui inaugurazione è prevista per il 2019.


Indirizzo cui rivolgere domande

Harald Hammel, portavoce DATEC, tel. 079 444 68 13


Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-28158.html