Comunicato stampa della Commissione federale contro il razzismo

Berna, 25.06.2009 - Episodi di razzismo trattati nell’attività di consulenza

Il rapporto «Episodi di razzismo trattati nell’attività di consulenza (2008)» è la prima rappresentazione interregionale dei casi di consulenza concernenti il razzismo. Da esso emerge che la discriminazione razziale si manifesta in tutti gli ambiti della vita e nelle forme più diverse. Il razzismo colpisce perlopiù le persone dal colore della pelle diverso e quelle originarie dell’Europa sud-orientale. Il rapporto mostra inoltre come in molte aree del Paese la consulenza sia ancora carente.

Il razzismo e la xenofobia sono un problema che riguarda l’intera società. Le persone colpite puntano il dito contro i servizi dell’amministrazione pubblica, la polizia, i privati, le aziende, i gruppi di estrema destra e gli utenti anonimi di Internet. La discriminazione razziale è spesso di tipo verbale, in talune situazioni è accompagnata da un atto di violenza, ma può anche manifestarsi mediante scritte, disparità di trattamento o il rifiuto di prestazioni.

La violenza a sfondo razzista colpisce perlopiù le persone dal colore della pelle diverso. I giovani uomini originari dell’Europa sud-orientale sono spesso bersaglio di discriminazioni nel settore del tempo libero e delle discoteche e bar. Ma anche chi giunge in Svizzera da Paesi dell’Europa centrale come la Germania, la Danimarca o l’Italia può sentirsi svantaggiato a causa della sua nazionalità, specialmente sul posto di lavoro o a scuola. A rivolgersi ai consultori sono perlopiù cittadini svizzeri oppure stranieri domiciliati in Svizzera, mentre dal punto di vista del genere, gli uomini superano di gran lunga le donne. Gli episodi di razzismo sono più ricorrenti nel contesto urbano o segnalati più spesso ai consultori ubicati nelle città.

Il rapporto sugli episodi di razzismo trattati nell’attività di consulenza contribuisce al monitoraggio nazionale della lotta al razzismo e si basa sui dati congiunti immessi nel sistema DoSyRa (dal tedesco Dokumentationssystem Rassismus, sistema di documentazione del razzismo) da cinque consultori: gggfon, Stopp Rassismus, SOS Rassismus Deutschschweiz, TikK e CFR. Tale rapporto rientra nel progetto sostenuto dalla CFR e da Humanrights.ch/MERS intitolato «Rete di consulenza per le vittime del razzismo» il cui obiettivo è quello di rafforzare i consultori e offrire, ovunque in Svizzera, una consulenza competente a tutte le persone vittime di discriminazioni razziali.

Siete cordialmente invitati alla conferenza stampa che si terrà:

Data:      martedì 30 giugno 2009
Ora:        10.30-11.30
Luogo:  Centro media della Confederazione, Bundesgasse 6-8, Berna
Programma:
Benvenuto ai partecipanti: Georg Kreis (presidente della CFR)
Presentazione del rapporto: Tarek Naguib (Humanrights.ch/MERS) e Doris Angst (direttrice della CFR)
Considerazioni dei consultori: Annette Lüthi, centro di assistenza gemeinsam gegen Gewalt und Rassismus gggfon
Prospettive: Michael Marugg (presidente Humanrights.ch/MERS)
Interviste ai consultori 


Indirizzo cui rivolgere domande

Doris Angst, direttrice della CFR, doris.angst@gs-edi.admin.ch, 031 324 12 83
Tarek Naguib, humanrights.ch/MERS, beratungsnetz@humanrights.ch, 079 350 63 18


Pubblicato da

Commissioni del DFI


Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-27684.html