Comunicato stampa della Commissione federale contro il razzismo

(Ultima modifica 30.03.2009)

Berna, 27.03.2009 - Xenofobia nei confronti dei tedeschi

La CFR constata con preoccupazione un astio crescente nelle relazioni tra Germania e Svizzera.

Con titoli quali «Arrivano i tedeschi» o «Quanti tedeschi può sopportare la Svizzera?» e con caricature dello stesso tenore la stampa scritta suscita l’impressione che la Svizzera sia confrontata a una «questione tedesca». Le colonne con le lettere dei lettori e lo spazio semipubblico delle piattaforme elettroniche fungono da cassa di risonanza per la diffusione senza alcun ritegno di stereotipi negativi sull’«odioso tedesco». 

Alla luce dell’escalation degli ultimi giorni occorre ribadirlo: i tedeschi delle attuali generazioni hanno il diritto a non essere associati con il nazismo.

Nell’attuale situazione di crisi i conflitti per la difesa degli interessi si inaspriscono e «il tedesco» è spesso percepito come un concorrente indesiderato. Questa situazione – come ha potuto constatare la CFR – si ripercuote negativamente anche nella vita quotidiana (sul posto di lavoro, nel luogo di domicilio, davanti alla cassa nei negozi, sui mezzi di trasporto pubblici, nei ristoranti). Le forme di rifiuto collettivo feriscono le persone che vivono nel nostro Paese e incrinano la convivenza pacifica.


Indirizzo cui rivolgere domande

Georg Kreis, Presidente della CFR, 061 281 23 25 o 061 317 97 67; georg.kreis@unibas.ch


Embargo: ore 16


Pubblicato da

Commissioni del DFI


Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-26130.html