Avviata la pianificazione della 2a tappa di FERROVIA 2000

Berna, 19.10.1999 - L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) porterà avanti la pianificazione della 2a tappa di FERROVIA 2000 per poter assicurare anche nei prossimi decenni un sistema di trasporti pubblici interessante e all'altezza delle nuove esigenze. In una prima fase, attraverso colloqui con i Cantoni e con le imprese di trasporto, l'UFT definirà gli obiettivi che si intendono raggiungere con la 2a tappa di FERROVIA 2000. Su questa base le ferrovie inizieranno successivamente la progettazione concreta. Poi toccherà alla Confederazione decidere sull'assegnazione dei fondi. Il Consiglio federale dovrebbe presentare il relativo messaggio al Parlamento nella prima metà del prossimo decennio.

Oltre ai progetti dal contenuto già ben definito quali la NFTA, la 1a tappa di FERROVIA 2000 e il risanamento fonico, il progetto di finanziamento dell'infrastruttura per i trasporti pubblici include anche la 2a tappa di FERROVIA 2000 con la quale si vogliono apportate grandi migliorie al sistema dei trasporti pubblici svizzeri, adeguandolo alle esigenze future. Per far sì che il progetto possa essere realizzato entro i tempi previsti, l'UFT ne ha avviato la pianificazione, individuando in una prima fase gli obiettivi da perseguire nella 2a tappa e proponendoli come base di discussione. Oltre agli aspetti del mercato dei trasporti, sono stati considerati anche interessi della politica regionale e dell'ambiente. Le proposte saranno ora discusse e perfezionate con Cantoni, imprese di trasporto e gruppi di interesse. Non verranno però definiti progetti concreti di investimento, ma solo quali offerte la 2a tappa di FERROVIA 2000 dovrà rendere possibile. La 2a tappa di FERROVIA 2000 dovrà rafforzare la Svizzera come centro economico, assicurando collegamenti ancora migliori tra i centri principali. Elementi chiave saranno l'espansione dell'orario cadenzato, la riduzione dei tempi di percorrenza e coincidenze ottimali con il traffico regionale e a lunga distanza. Tutte le regioni dovranno essere ben collegate con i trasporti pubblici per viaggiatori, ma l'attenzione sarà rivolta in particolare ai centri esclusi dall'asse est-ovest e nord-sud. I trasporti pubblici d'agglomerazione saranno particolarmente sviluppati per indurre gli automobilisti, con offerte interessanti, a passare dal mezzo privato a quello pubblico. Tutte le categorie della popolazione, e quindi anche le persone con una mobilità ridotta e gli anziani, dovranno poter far uso dei mezzi pubblici in maniera consona al loro stato. Il Consiglio federale approverà infine gli obiettivi definiti dall'UFT insieme ai partner dei trasporti pubblici e gli interventi prospettati. I progetti di costruzione potranno essere definiti sulla traccia di questi obiettivi. Per procedere si seguirà la ripartizione dei compiti tra istituzioni pubbliche e imprese di trasporto definita nella riforma delle ferrovie. La Confederazione, che assicura i fondi, farà sì che, con la definizione concreta degli obiettivi, la 2a tappa di FERROVIA 2000 contribuisca in maniera significativa al perseguimento degli obiettivi della politica dei trasporti svizzera. Le imprese di trasporto indicheranno come raggiungere detti obiettivi nel modo più efficace, proporranno progetti concreti e si occuperanno della progettazione. Sulla base di questi lavori l'Amministrazione redigerà il messaggio del Consiglio federale destinato alle Camere federali, secondo le previsioni nel 2004. I Cantoni saranno sempre chiamati a partecipare alla pianificazione e potranno darvi un attivo contributo. La 2a tappa di FERROVIA 2000 sarà realizzata, a quanto previsto, nel periodo dal 2010 al 2020. Secondo il progetto per il finanziamento dell'infrastruttura dei trasporti pubblici, il tetto di spesa sarà di 5,9 miliardi di franchi.


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-2588.html