Agevolata la collaborazione tra le autorità svizzere e francesi preposte alla vigilanza sulle ferrovie

Berna, 06.03.2009 - Il Direttore dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT), Max Friedli, e il Direttore generale dell'organismo francese preposto alla vigilanza sulle ferrovie (EPSF), Michel Aymeric, hanno siglato venerdì, con la firma di due protocolli, le condizioni che agevolano la collaborazione tra i due enti di vigilanza. L'obiettivo è di ridurre gli ostacoli nel traffico ferroviario tra i due Paesi.

I protocolli firmati venerdì semplificheranno la collaborazione tra le autorità nazionali preposte alla vigilanza sulle ferrovie, ossia fra l'UFT e l'Établissement public de sécurité ferroviaire (EPSF), consentendo il riconoscimento reciproco delle verifiche svolte su omologazioni di veicoli (locomotive, elettrotreni, carrozze viaggiatori e carri merci). Questo permetterà di abbreviare i procedimenti e ridurre i costi di verifica sostenuti dalle imprese. Anche l'accesso al mercato dei due Paesi da parte dell'industria ne risulterà facilitato. La competenza territoriale di entrambi i Paesi in materia di vigilanza resterà intatta.

I protocolli si basano su una dichiarazione d'intenti firmata il 12 gennaio scorso a Parigi dal Consigliere federale Moritz Leuenberger e dal Segretario di Stato francese Dominique Bussereau. Nel corso dell'incontro svoltosi venerdì a Ittigen presso Berna sono stati discussi altri aspetti della collaborazione tra i due Paesi nel settore ferroviario; in particolare si sono affrontati temi quali il traffico regionale transfrontaliero, il reciproco riconoscimento delle licenze dei macchinisti e la futura collaborazione nell'aggiornamento delle prescrizioni sulla circolazione dei treni.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione, 031 322 36 43



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-25664.html