La Confederazione assicura la propria quota di maggioranza nella società che gestirà l'infrastruttura della BLS

Berna, 22.12.2008 - La Confederazione deterrà la quota di maggioranza nella futura BLS Netz AG, cui sarà affidata la gestione dell'intera infrastruttura ferroviaria della BLS, compresa la galleria di base del Lötschberg. La Confederazione assumerà dapprima il 50,1 per cento del capitale azionario per poi aumentare la propria quota in virtù di un patto di azionariato. Venerdì scorso il Consiglio federale ha approvato tale procedimento.

Come già stabilito in precedenza, il settore Infrastruttura della BLS sarà scorporato in una nuova società, che si chiamerà BLS Netz AG. In una prima fase la Confederazione acquisterà il 50,1 per cento del pacchetto azionario. La partecipazione sarà garantita con fondi provenienti dalla compensazione dei prestiti concessi in passato per i raddoppi di binario, pari a circa 400 milioni di franchi. Gli altri azionisti saranno BLS AG (33,4%) e il Cantone di Berna (16,5%). BLS Netz AG verrà fondata nel primo semestre 2009 con effetto retroattivo dal 1° gennaio.

Vista l'importanza che l'asse del Lötschberg riveste sul piano nazionale, la BLS e il Cantone di Berna approvano il proposito della Confederazione di acquistare, in una seconda fase, una quota di due terzi mediante la trasformazione di prestiti in capitale proprio. Il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) e il Dipartimento federale delle finanze (DFF) di negoziare con la BLS e il Cantone di Berna un patto di azionariato da sottoporgli per approvazione.

Il 21 dicembre 2007, il Consiglio federale aveva già assicurato alla BLS la gestione sino alla fine del 2020 dell'infrastruttura dell'asse del Lötschberg Thun – Briga (tratte di montagna e di base). L'assicurazione è tuttavia legata a una condizione: la BLS deve affidare la gestione di tutta la sua infrastruttura a una società separata in cui la Confederazione sia l'azionista di maggioranza. Garantendo l'assunzione della quota del 50,1 per cento con effetto retroattivo dal 1° gennaio 2009, la Confederazione adempie questa condizione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione, 031 322 36 43


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-24663.html