Verificato per la prima volta il livello formativo dei liceali su scala nazionale

Berna, 13.11.2008 - Lo scorso anno 3800 studenti liceali di tutta la Svizzera si sono sottoposti poco prima dell’esame di maturità a un test in diverse materie per verificare il livello di formazione raggiunto. In generale i risultati sono buoni.

Il progetto EVAMAR esamina su mandato di Confederazione e Cantoni i cambiamenti avvenuti nella formazione liceale a seguito dell'introduzione nel 1995 del Regolamento concernente il riconoscimento degli attestati di maturità (RRM). L'obiettivo è di ricavare conoscenze fondate per consentire agli organi politici di Confederazione e Cantoni di procedere, se necessario, a ulteriori riforme nella formazione liceale. La prima fase della valutazione, i cui risultati sono stati pubblicati nel 2004, ha evidenziato che in generale la riforma è stata accolta piuttosto bene dai diretti interessati. Nel giugno 2007 Confederazione e Cantoni hanno apportato i primi correttivi con una revisione parziale del RRM che prevede in particolare il rafforzamento delle materie delle scienze naturali.

La seconda fase di valutazione di EVAMAR, appena conclusa, ha posto l'accento sulla rilevazione oggettiva del livello di formazione degli allievi alla fine del liceo. In particolare si è voluto verificare se le conoscenze e le competenze dei maturandi corrispondono alle esigenze attuali di differenti indirizzi di studi nelle università svizzere. EVAMAR II è stato condotto sotto la direzione del professor Franz Eberle dell'Istituto di pedagogia liceale e professionale dell'Università di Zurigo.

Nelle materie sottoposte a verifica (lingua prima, matematica e biologia) il livello di formazione dei maturandi è sostanzialmente soddisfacente. I risultati migliori sono stati conseguiti nella lingua prima, seguita da matematica e biologia. Vi sono però notevoli differenze sia tra studenti che tra intere classi. I risultati dell'indagine lasciano intravedere una correlazione tra quota di diplomati, durata del liceo, opzioni specifiche scelte individualmente e livello medio di formazione nei campi sottoposti a verifica. Il lavoro di maturità introdotto nel 1995 con la revisione del RRM riscuote in generale giudizi positivi e secondo il gruppo di ricerca si dimostra una modalità d'insegnamento e d'esame opportuna e proficua.

Le conclusioni di EVAMAR II sotto il profilo della politica dell'educazione non sono ancora disponibili. Un gruppo di specialisti della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) elaborerà entro la fine dell'anno raccomandazioni da sottoporre alle autorità politiche. La CDPE e il Dipartimento federale dell'interno (DFI) esamineranno in dettaglio nel 2009 le raccomandazioni proposte e decideranno come procedere.


Indirizzo cui rivolgere domande

Franz Eberle, direttore del progetto, tel. +41 (0)43 305 66 92, feberle@igb.uzh.ch

CDPE: Gabriela Fuchs, incaricata della comunicazione, tel. +41 (0)31 309 51 12, presse@edk.ch

Segreteria di Stato per l'educazione e la ricerca SER
Therese Steffen Gerber, capo del settore Educazione
Tel. +41 31 322 96 69, therese.steffen@sbf.admin.ch



Pubblicato da

Segreteria di Stato per l'educazione e la ricerca (SER) - a partire dal 1.1.2013 SEFRI
http://www.sbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-22796.html