L’UFT fissa standard per i sistemi di controllo dei treni destinati alle ferrovie a scartamento ridotto che presentano un rischio potenziale medio

Berna, 12.10.2000 - L’Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha fissato lo standard per i sistemi di controllo dei treni sulle tratte a scartamento ridotto che presentano un rischio potenziale medio. Concretamente, la decisione concerne la rete delle Ferrovie BOB (Ferrovie dell’Oberland bernese), la ferrovia LSE (Ferrovia Lucerna-Stans-Engelberg) e la tratta FFS del Brünig. Il sistema ZSI 127 della Siemens, valutato dalle tre ferrovie nell’ambito di una gara d’appalto, adempie le condizioni fissate dall’UFT e verrà installato sulle tratte in questione a partire dal 2001 fino alla fine del 2002. I costi ammontano complessivamente a 17,5 milioni di franchi.

Per le ferrovie a scartamento ridotto che presentano un alto rischio potenziale (reti con una forte densità di traffico, frequenti cambiamenti di binario e incroci) è stato introdotto da tempo il sistema di controllo dei treni ZSL 90, che costituisce uno standard di controllo uniforme. Finora, tuttavia, tale sistema non è stato introdotto per le linee a scartamento metrico con un potenziale di rischio medio. In questa categoria rientrano le reti delle ferrovie dell’Oberland bernese (BOB), la ferrovia Lucerna-Stans-Engelberg (LSE) e la tratta FFS del Brünig. Negli ultimi anni, il volume di traffico su questa rete - prevalentemente a binario semplice e lunga complessivamente 123 km – ha subito un costante aumento. Per motivi d’efficienza, occorre da un lato automatizzare ulteriormente l’esercizio, dall’altro aumentare il volume del traffico ferroviario. Per questo motivo l’attuale sistema di controllo – in servizio da oltre cent’anni - non è più sufficiente per garantire la sicurezza e va completato con un sistema più moderno. In un primo tempo, l’UFT ha fissato lo standard applicabile a questo tipo di ferrovie. Il sistema di sicurezza ZSI 127 della Siemens, valutato dalle ferrovie nel corso di una procedura di appalto pubblico, adempie le specifiche fissate dall’UFT e può quindi essere installato. Il suo funzionamento corrisponde per lo più al sistema di sicurezza ZUB 121, già impiegato sulle linee a scartamento normale. Il sistema si basa sulle componenti ETCS (European Train Control System) e offre un’elevata sicurezza d’investimento. I costi d’installazione ammontano a circa 17,5 milioni di franchi, di cui 4 per la BOB, 6 per la LSE e 7,5 per la linea del Brünig delle FFS. Poiché sia la Confederazione sia i Cantoni interessati hanno già previsto lo stanziamento dei mezzi necessari per l’anno corrente, le ferrovie possono iniziare immediatamente la progettazione e l’installazione del nuovo sistema di controllo. L’installazione sarà ultimata verso la fine del 2002.


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-2151.html