Rete ferroviaria ad alta velocità: il Consiglio federale libera fondi per il raccordo della Svizzera orientale

Berna, 27.08.2008 - Via libera ai primi lavori per il raccordo della Svizzera orientale alla rete ferroviaria europea ad alta velocità (RAV). Con la stipula di due convenzioni con le FFS, il Consiglio federale ha liberato i fondi per il potenziamento a doppio binario della tratta tra St. Fiden ed Engwil e per l'ampliamento della stazione di Altstätten. Le licenze di costruzione dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT) sono già disponibili.

Nel 2005 entrambe le Camere hanno approvato la legge federale sul raccordo della Svizzera orientale e della Svizzera occidentale alla rete ferroviaria europea ad alta velocità (LRAV) e approvato investimenti di circa 1,1 miliardi di franchi tratti dal Fondo FTP per le opere necessarie. Per quanto concerne la realizzazione dei progetti in Svizzera, la Confederazione stipula apposite convenzioni con i gestori dell'infrastruttura.

Mercoledì il Consiglio federale ha approvato le prime due convenzioni con la FFS SA in merito a questi progetti. Una di esse concerne la realizzazione del doppio binario St. Fiden–Engwil che rientra nell'ambito dei potenziamenti RAV previsti per la tratta San Gallo–St. Margrethen; l'avvio dei lavori, i cui costi si stimano a 43,8 milioni di franchi (prezzi del 2003), è previsto per settembre 2008; l'impianto entrerà in servizio presumibilmente nell'ottobre 2011.

La seconda convenzione concerne i lavori di ampliamento della stazione di Altstätten (SG), compresi nei potenziamenti RAV previsti sulla linea Sargans–St. Margrethen, i cui costi sono stimati a 3,4 milioni di franchi. Questi lavori, che inizieranno anch’essi a settembre 2008, dovrebbero concludersi nella primavera del 2009.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione, 031 322 36 43


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-20867.html