Entra in vigore la nuova legge sui brevetti

Berna, 21.05.2008 - Il Consiglio federale ha fissato oggi l’entrata in vigore della modifica della legge sui brevetti al 1° luglio 2008. Lo stesso giorno entrerà in vigore in Svizzera anche il Trattato sul diritto dei brevetti del 1° giugno 2000. Il nuovo diritto influisce in modo significativo sull’attrattiva della Svizzera quale polo di ricerca e sapere.

Il 22 giugno 2007 le Camere federali hanno accolto la modifica della legge sui brevetti e il Decreto federale che approva il Trattato sul diritto dei brevetti (FF 2007 4213 e FF 2007 4321). Le modifiche adeguano il diritto dei brevetti al progresso tecnico e agli sviluppi internazionali degli ultimi anni, favorendo l'innovazione e la crescita economica in Svizzera.

Con l'introduzione di disposizioni specifiche che tengono conto sia degli interessi economici sia di quelli della collettività, la revisione garantisce anzitutto una protezione brevettuale adeguata delle invenzioni nell'ambito della biotecnologia. Altre importanti modifiche riguardano il miglioramento dell'accesso ai prodotti farmaceutici dei paesi in via di sviluppo e l'adozione di misure per la lotta alla pirateria. Il Trattato sul diritto dei brevetti armonizza determinati requisiti formali per il deposito e il mantenimento di un brevetto finora regolati in modo eterogeneo nei diversi paesi. La revisione tocca anche la procedura di rilascio nazionale introducendo la pubblicazione delle domande di brevetto, una procedura di opposizione e una ricerca facoltativa sullo stato della tecnica. Queste misure migliorano la trasparenza, garantiscono la rapida diffusione del sapere e migliorano la posizione di terzi.

Terminati gli impegnativi lavori preliminari (elaborazione delle disposizioni esecutive e adeguamento della prassi dell'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale e dell'Amministrazione delle dogane) in data odierna il Consiglio federale ha fissato l'entrata in vigore della revisione al 1° luglio 2008. Ciò consentirà alle modifiche con conseguenze economiche di esplicare i loro effetti entro breve.


Indirizzo cui rivolgere domande

Felix Addor, Sost. Direttore dell'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale, Tel. +41 31 377 72 01


Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-18846.html