Il Consiglio federale approva la revisione parziale degli statuti del Fondo nazionale svizzero

Berna, 04.07.2007 - Il Consiglio federale ha approvato gli statuti parzialmente rivisti che il Consiglio di fondazione del Fondo nazionale svizzero (FNS) aveva varato lo scorso mese di marzo. In particolare sono state adeguate le norme sulla durata delle cariche e aggiornate le norme sull’attribuzione delle competenze agli organi del FNS.

Gli statuti, che erano stati rivisti totalmente nel 2002, hanno dato buona prova e non subiscono mutamenti per quanto riguarda le disposizioni concernenti i principi generali e i compiti conferiti al FNS ai sensi della legge sulla ricerca. Nel corso degli ultimi due anni il FNS ha tuttavia sottoposto ad approfondita verifica la sua intera struttura organizzativa. I risultati sono raccolti nel rapporto presentato dal Consiglio di fondazione intitolato «FNS futuro», che elenca una serie di importanti provvedimenti di riforma da mettere in atto già nel corso di quest’anno. Per attuare il programma di riforma si sono rese necessarie alcune modifiche statutarie.

La revisione parziale verte soprattutto sulla durata delle cariche (limitazione delle cariche del presidente del Consiglio di fondazione, dei membri del comitato del Consiglio di fondazione e del Consiglio della ricerca) e sull’aggiornamento delle norme sull’attribuzione delle competenze agli organi del FNS (Consiglio di fondazione, comitato del Consiglio di fondazione e Consiglio della ricerca). Inoltre i nuovi strumenti di garanzia e controllo della qualità sono ora ancorati negli statuti.

Oltre ad aver approvato la revisione parziale, il Consiglio federale ha incaricato il FNS di prepararsi a sottoporre i suoi statuti a una revisione completa in vista della nuova legge federale sull’aiuto alle scuole universitarie e il coordinamento nel settore universitario. Tale revisione dovrebbe prendere in esame anche il nuovo disciplinamento del diritto di rappresentanza nel Consiglio di fondazione del FNS di università, politecnici federali, scuole universitarie professionali, alte scuole pedagogiche e altre istituzioni universitarie.


Indirizzo cui rivolgere domande

Gregor Haefliger, Segreteria di Stato per l’educazione e la ricerca SER, capounità Ricerca nazionale, tel. 031 322 96 76


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-13497.html