Decise le linee guida per la futura politica di trasferimento del traffico

Berna, 08.06.2007 - Il Consiglio federale ha stabilito le modalità con cui intende proseguire il trasferimento del traffico. È stato approvato e trasmesso alle Camere il messaggio concernente la legge sul trasferimento del traffico merci in cui si prevede l’ulteriore promozione del trasporto merci su rotaia. S'intende altresì creare la base legale necessaria per istituire una borsa dei transiti alpini. L'obiettivo di trasferimento dovrà essere raggiunto prima possibile.

La legge sul trasferimento del traffico merci è destinata a sostituire la legge sul trasferimento del traffico in vigore sino al 2010. Il Consiglio federale ha ribadito che l'obiettivo di ridurre a 650 000 il numero annuo di autocarri in transito sulle Alpi svizzere dovrà essere raggiunto prima possibile. Quale obiettivo intermedio, nel 2011 i transiti dovranno essere inferiori al milione. È previsto un limite di spesa di 1,6 miliardi di franchi per gli anni 2011 - 2018, da destinare all'ulteriore promozione del trasporto merci su rotaia. L'efficienza dei fondi impiegati sarà sensibilmente aumentata.

Borsa dei transiti alpini

S'intende inoltre istituire una borsa dei transiti alpini per favorire il trasferimento delle merci dalla strada alla rotaia. La legge sul trasferimento del traffico merci fornirà la necessaria base legale. Con la borsa dei transiti alpini il diritto di transito dei veicoli pesanti sarà disciplinato in base all'economia di mercato. La borsa, accolta con favore durante la procedura di consultazione, sarà istituita d'intesa con l'UE e i Paesi confinanti. Al momento i Paesi alpini e l'UE stanno svolgendo un apposito studio in proposito.

Diminuisce il numero degli autocarri in transito

Il trasferimento del traffico è a buon punto. Nel 2006 il numero degli autocarri transitati sulle Alpi, inferiore a 1,2 milioni, si è ridotto del 16 per cento rispetto al 2000, l'anno di riferimento. Nel contempo, negli ultimi anni la quota di mercato delle ferrovie è aumentata al 66 per cento circa. Il messaggio approvato dal Consiglio federale definisce le linee guida per la politica di trasferimento da seguire nei prossimi anni, mantenendo la combinazione di misure sinora adottate. Fino a che non sarà istituita la borsa dei transiti alpini si porrà l'accento sul sostegno finanziario del traffico combinato non accompagnato (trasporto di casse mobili e contenitori) e sull'ampliamento dell'offerta della strada viaggiante a 400 000 posti, per il quale sarà bandito un concorso internazionale. Si propongono altresì varie facilitazioni in materia di diritto dei trasporti su rotaia.

Nella procedura di consultazione relativa alla legge sul trasferimento del traffico merci, svolta nel 2006, questa variante ha ottenuto il maggior numero di consensi. Per maggiori informazioni si veda il rapporto sui risultati della procedura di consultazione relativa al progetto di legislazione sul traffico merci.


Indirizzo cui rivolgere domande

ervizio stampa DATEC, tel. 031 322 55 11



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-12980.html