Meno mezzi pesanti attraverso le Alpi nel 2002

Berna, 10.03.2003 - L’anno scorso il numero di mezzi pesanti del traffico merci transalpino è diminuito del 9%. Quest’evoluzione corrisponde all’obiettivo perseguito nella legge sul trasferimento del traffico. La diminuzione è dovuta non solo alle misure prese dalla Confederazione ma anche alla debole congiuntura e alle misure di dosaggio al San Gottardo e al San Bernardino. Tuttavia sono necessari ancora grossi sforzi per raggiungere l’ambizioso obiettivo della legge.

Nel 2002, 1'251'000 mezzi pesanti hanno attraversato le Alpi svizzere (- 9% rispetto al 2001). Viene così ampiamente superato l’obiettivo della legge sul trasferimento del traffico, che prevede una stabilizzazione del numero di veicoli merci attraverso le Alpi nei primi due anni dalla sua entrata in vigore. L’evoluzione del traffico è da ricondurre a diversi fattori:

  • la debole congiuntura ha avuto come previsto un effetto frenante sul traffico merci sia all’estero che in Svizzera;
  • le misure di gestione del traffico al San Gottardo e al San Bernardino, in particolare il sistema di dosaggio dei mezzi durante nove mesi, hanno contribuito alla riduzione dei mezzi pesanti in circolazione attraverso le Alpi. Attualmente non si può ancora stabilire in che misura il sistema a contagocce, introdotto per motivi di sicurezza, si ripercuoterà sul volume di traffico annuo;
  • la tassa sul traffico pesante commisurata alle· prestazioni (TTPCP) ha dato buoni risultati su due fronti: ha permesso di evitare il temuto forte afflusso di mezzi pesanti, grazie al maggiore limite di peso imposto, e ha portato ad una maggiore efficienza nel trasporto stradale. In tal modo, da quando è stata introdotta la tassa, il numero di corse con veicoli vuoti si è ridotto notevolmente, mentre è aumentato il grado di sfruttamento del carico degli altri veicoli;
  • le condizioni quadro sfavorevoli non favoriscono invece la quota del trasporto ferroviario. Anche se le merci trasportate nel traffico combinato non accompagnato (container, casse mobili) e il numero di veicoli dell’autostrada viaggiante sono aumentati, la ferrovia ha subìto le conseguenze della cattiva congiuntura e delle interruzioni sulla tratta del principale asse di transito nord-sud a Chiasso e a Luino.

Per raggiungere l’obiettivo di trasferimento del traffico sono necessari ancora molti sforzi. A tal fine, sono state prese misure importanti: l’aumento della TTPCP previsto per il 2005 e la continuazione delle misure di accompagnamento nel traffico merci ferroviario, con l’ordinazione e l’indennizzo delle prestazioni di trasporto nel traffico transalpino.

Nel 2005 la TTPCP passerà dagli attuali 1,6 a 2,44 centesimi per tonnellata-chilometro. Una corsa attraverso la Svizzera con un mezzo di 40 tonnellate costerà circa 300 franchi.

Obiettivo di trasferimento del traffico: determinante il numero di corse dei mezzi pesanti

Secondo la legge sul trasferimento del traffico, l’obiettivo concernente il traffico merci pesante attraverso le Alpi sarà stato raggiunto quando dal 2009 non più di 650'000 autocarri varcheranno le Alpi ogni anno. Per il raggiungimento dell’obiettivo non sono determinanti le quantità di merci trasportate. L’anno scorso le tonnellate nette di carico trasportate su strada sono aumentate (+ 2%), mentre il trasporto su ferrovia ha subìto un calo (-7%). A spiegazione di ciò vi è il fatto che il carico medio degli autocarri ha continuato ad aumentare a causa della TTPCP e del maggiore limite di peso imposto, come voluto anche nelle intenzioni politiche. D’altro canto va notato che le tonnellate trasportate nel traffico con carri completi ha registrato ancora un calo (-17%), mentre il  trasporto combinato non accompagnato e l’autostrada viaggiante, importanti ai fini del trasferimento del traffico, sono aumentati del 3%.  

Maggiori incentivi al trasferimento

Nei prossimi anni, le ordinazioni della Confederazione nell’ambito delle capacità di trasporto nel traffico combinato verranno adeguate alla domanda crescente. Con la riduzione del contributo medio della Confederazione per un posto sui carri sarà aumentata  l’efficienza in modo costante. Grazie a misure di miglioramento della qualità del trasporto ferroviario, si creeranno incentivi per il trasferimento del trasporto di merci su questo vettore. Questi incentivi saranno rafforzati dall’introduzione di un pedaggio a carico dei mezzi pesanti sulle autostrade tedesche.

Nel 2007 sarà aperta al traffico la galleria di base del Lötschberg e sarà di nuovo aumentata la TTPCP.

Ulteriori informazioni, in particolare dati sul traffico, sono disponibili nella pubblicazione dell’Ufficio federale dello sviluppo territoriale “Traffico merci attraverso le Alpi 2002“ (www.are.admin.ch), con spiegazioni dell’Ufficio federale dei trasporti a partire dal 18 marzo 2003 (www.bav.admin.ch).



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-1245.html