I partiti rappresentati in Consiglio federale dal 1848

I liberali furono incontestabilmente i vincitori delle prime elezioni sia del Parlamento sia del Consiglio federale nel 1848. La Svizzera evolse progressivamente verso una democrazia consociativa che vide le diverse forze partitiche coinvolte in seno al Governo.

Nel 1943 è stato eletto il primo consigliere federale socialista Ernst Nobs. Per la prima volta nella storia del Paese tutti i partiti più forti erano rappresentati nel Consiglio federale. (KEYSTONE/PHOTOPRESS-ARCHIV/str)

Il lungo predominio dei liberali

La Svizzera non ha sempre avuto un Governo pluripartitico come oggi. Dal 1848, anno di fondazione dello Stato federale, i liberali hanno governato da soli per 43 anni.

Nel 1943 sono rappresentati per la prima volta tutti i maggiori partiti

Nel 1891 è entrato in Governo un primo membro dei cattolici conservatori di allora (oggi PPD) e nel 1919 un secondo. Dal 1917 al 1919 un liberale occupò un seggio in Consiglio federale e nel 1929 l'Assemblea federale elesse in Consiglio federale un membro del partito dei contadini, degli artigiani e dei borghesi (oggi UDC). Durante la Seconda guerra mondiale, nel 1943, sono entrati in Governo anche i socialdemocratici.

La formula magica e la sua fine

Nel 1959 i quattro partiti (PLR, PPD, PS e UDC) hanno convenuto la formazione di un Governo composto di due liberali-radicali, due democristiani, due socialdemocratici e un rappresentante dell'Unione democratica di centro (cosiddetta «formula magica» 2:2:2:1). Questa ripartizione è rimasta invariata per 44 anni. Alle elezioni del Consiglio federale del 2003 l'UDC ha conquistato un nuovo seggio a scapito del PPD. I suoi due rappresentanti Eveline Widmer-Schlumpf e Samuel Schmid hanno tuttavia cambiato partito nel 2008 aderendo al neocostituito Partito borghese-democratico svizzero (PBD). Dopo le dimissioni di Samuel Schmid e di Eveline Widmer-Schlumpf, l'UDC è nuovamente rappresentata in Consiglio federale con un seggio occupato da Ueli Maurer (2009) e da Guy Parmelin (2016). Da allora vige la formula 2:2:2:1 (2 PS, 2 PLR, 2 UDC, 1 PPD). 

Ultima modifica 20.09.2017

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/consiglio-federale/storia-del-consiglio-federale/partiti-rappresentati-in-consiglio-federale-dal-1848.html