Lotta al terrorismo

«La Svizzera previene la violenza, la criminalità e il terrorismo e li combatte efficacemente».

Durante la legislatura 2015-2019 la criminalità in Svizzera dovrà essere ridotta. Poliziotti accompagnati da cani poliziotti alla stazione principale di Zurigo. (KEYSTONE/Christian Beutler)

Che cosa vuole ottenere il Consiglio federale

La Svizzera offre ai suoi cittadini un’elevata sicurezza. La politica del Consiglio federale è conformata alle minacce attuali quali la violenza, la criminalità e il terrorismo e può prevenire al meglio questi fenomeni, riconoscerli e combatterli. La Svizzera è ben collegata e ha rafforzato la sua collaborazione con le varie autorità di sicurezza nazionali e internazionali.

Le misure previste

  • Adottare il messaggio concernente la modifica della legge federale del 20 marzo 1981 sull’assistenza internazionale in materia penale, il recepimento del protocollo addizionale del 17 marzo 1978 alla Convenzione europea di assistenza giudiziaria in materia penale, del 20 aprile 1959, e il ritiro della riserva fiscale nel secondo protocollo addizionale del 17 marzo 1978 alla Convenzione europea di estradizione del 13 dicembre 1957 (estensione dell’assistenza giudiziaria in materia fiscale).
  • Adottare il messaggio concernente l’approvazione della Convenzione del Consiglio d’Europa dell’11 maggio 2011 sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul).
  • Adottare il messaggio concernente la modifica del Codice penale e del Codice penale militare del 13 giugno 1927 (attuazione dell’art. 123c Cost.)
  • Adottare il messaggio concernente la legge federale sull’armonizzazione delle pene nel Codice penale, nel Codice penale militare del 13 giugno 1927 e nel diritto penale accessorio.
  • Adottare il messaggio concernente l’approvazione della Convenzione del Consiglio d’Europa del 16 maggio 2005 sulla prevenzione del terrorismo.

Nota bene: Gli obiettivi e i provvedimenti pubblicati qui di seguito si fondano sul decreto federale sul programma di legislatura 2015-2019. In esso, – su proposta del Consiglio federale – , il Parlamento definisce l’attività del governo per i prossimi quattro anni. Nei suoi obiettivi annuali, il Consiglio federale mette in atto questa agenda politica quadriennale. Il Consiglio federale si riserva il diritto di distanziarsi dal programma di legislatura, qualora avvenimenti imprevedibili lo dovessero richiedere.

Ultima modifica 04.08.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/consiglio-federale/politische-agenda/sicurezza/criminalita-terrorismo.html